Cerca

Le 28 liberalizzazioni di Monti

Tra le misure che saranno approvate treni, poste e saldi. I commercianti potranno fare svendite tutto l'anno

7
Le 28 liberalizzazioni di Monti

Le liberalizzazioni, che saranno la rivoluzione di Monti, il primo passo della fase due (quella per la crescita e lo sviluppo) sono pronte. Il pacchetto contiene 28 misure che potrebbero cambiare il volto all'Italia e la vita di molte persone. Ecco le principali novità:

Saldi- Non bisognerà più aspettare i primi di gennaio per comprare in saldi perché ci saranno tutto l'anno, senza l'obbligo di preavviso ai comuni di appartenenza per i commercianti.

Tariffe professionali -
saranno abolite in modo definitive le tariffe professionali: architetti, commercianti, avvocati, commercialisti dovranno fare a meno delle tariffe minime stabilite. Nel preventivo i professionisti dovranno indicare l'assicurazione stipulata per gli eventuali danni provocati al cliente. Il praticantato per l'accesso alle professioni potrà essere fatto negli ultimi due anni dell'Università.

Benzinai come supermercati - non ci sarà più il vincolo del marchio, ciasun gestore potrà acquistare la benzina presso la compagnia che pratica prezzi più bassi: i distributori potranno trasformarsi in veri e propri supermercati potranno vendere tabacchi giornali. Sarà pià facile trasformare l'impianto in un self service.

Poste: saranno liberalizzati anche i servizi postali. Cadono le ultime restrizioni a favore dell'ex monopolista Poste Italiani per la spedizione di pacchi e racomandate.

Taxi Aumenterà il numero delle licenze: deciderà l'Autorità per la vigilanza sui servizi e forniture prenderà in mano tutte le decisioni del settore, da quelle relative al numero di licenze di taxi da assegnare ai comuni fino alle tariffe autostradali. E mentre i tassisti hanno già indetto uno sciopero generale per il 23 gennaio, l'Authority ha ribattuto: "Devono garantire un minimo di corse. Se non lo faranno, interverremo".

Treni -  Trenitalia non avrà più corsie preferenziali ma dovrà chiedere, esattamente come le altre società di trasporto ferroviario per richiedere evntuali autorizzazioni.

 

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • carlo58

    12 Gennaio 2012 - 21:09

    ma è con queste 28 mossettine che il monti vuol fare schizzare il pil? ma per piacere! napolitano ce lo ha mandato a rompere i maroni ai pensionati, ai pensionandi, alle prime e seconde case, ai risparmiatori e agli evasori redenti, a chi si muove in macchina ecc ecc. ripeto dove stanno nascoste le azioni per lo sviluppo dell'italia?. tra sei mesi torna di nuovo a romperci le balle con nuove tasse, con tanto humor professorale però, vedrete.

    Report

    Rispondi

  • encol1

    12 Gennaio 2012 - 18:06

    Tra le 28 elencate non risulta la professione medica perchè ?Sarà utile capire se il medico di base che percepisce uno stipendio fisso calcolato sul n° dei mutuati in elenco è un'impiegato oppure un professionista. Se è impiegato eviterà, si spera, la 2° occupazione di prestanome buono per tutti e rispetterà, sempre si spera, un orario di lavoro di chi percepisce uno stipendio fisso.

    Report

    Rispondi

  • enio rossi

    12 Gennaio 2012 - 16:04

    Bene, prendo atto del fatto che le Banche (che si tengono i 150MLD della BCE) e le municipalizzate monopoliste non si toccano. Alla fine saranno i pensionati ( e pensionandi??) ed i tassisti a salvare l'Italia. Ci volevano così tanti professoroni per capire che i problemi dell'Italia erano generati dai pensionati e dai tassisti??

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media