Cerca

Berlusconi soddisfatto: "Voto di giustizia, non ho chiamato Umberto"

Caso Cosentino, il Cav esulta: "In linea con la costituzione". Papa: "Italia più garantista". Bersani: "Chiedete alla Lega..."

Berlusconi soddisfatto: "Voto di giustizia, non ho chiamato Umberto"

Una "decisione assolutamente giusta, un voto di giustizia in linea con la Costituzione". Così Silvio Berlusconi, decisamente soddisfatto, ha commentato a caldo il no della Camera all'autorizzazione all'arresto del coordinatore del Pdl in Campania Nicola Cosentino. "Non ho chiamato Bossi", aggiunge poi il Cavaliere negando le 'pressioni' sul leader della Lega, sospetti avanzati da alcuni deputati dello stesso Carroccio. Particolarmente sensibile al voto su Cosentino anche il collega Pdl Alfonso Papa, che a luglio subì la sorte opposta: "Con Cosentino ci siamo abbraciati forte, una grande gioia. E' un passaggio utile per far diventare questo Paese più garantista e attento ai diritti di tutti". E mentre Roberto Maroni sottolinea di aver votato sì all'arresto, non condividendo la linea della libertà di coscienza espressa da Umberto Bossi ma rispettandola, il segretario Pd Pier Luigi Bersani fa polemica: "Chiedete alla Lega perché è andata così".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frank-rm

    13 Gennaio 2012 - 06:06

    Il Dott. Berlusconi dovrebbe cambiare strategia politica, anzichè utilizzare il voto parlamentare per misurare il proprio peso. Se davvero avesse avuto come obiettivo "il giusto voto", Cosentino andava assicurato alla richiesta di arresto. Gli elettori del PdL questo lo sanno, Berlusconi no. Ne fa una prova di forza per imporre la sua idea. Peccato

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    13 Gennaio 2012 - 00:12

    Anch'io non sono contenta che la magistratura ficchi il naso in parlamento, è uno dei pericoli per la democrazia. Però è anche ora che il berlusca la smetta di portare in parlamento puttane e personaggi equivoci...c'è un limite a tutto. Maroni, che non amo, ha ragione solo nel dire che abbiamo dovuto ingoiare molti rospi. A differenza di lui io mi riferisco a me ex elettrice del berlusca, sì ho mangiato la mia parte quando credevo ne valesse la pena.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    12 Gennaio 2012 - 21:09

    cOSENTIBNO é Parentecquisito di diversi camorristi: suo fratello Mario è infatti sposato con Mirella Russo, sorella del boss dei casalesi Giuseppe Russo (detto Peppe O' Padrino), che sta scontando un ergastolo per omicidio e associazione mafiosa; un altro fratello è sposato con la figlia del boss Costantino Diana, poi deceduto. Giustizia, Silvio?Bene, meno male che sei finito FINITOOOO

    Report

    Rispondi

  • frank-rm

    12 Gennaio 2012 - 18:06

    Di quale voto di giustizia parla Berlusconi??? Ricordiamoci la lotta fraticida in Campagna, Cosentino contro Carfagna e Caldoro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog