Cerca

Il Senatùr punge Bobo: Chi se ne frega di Maroni

Scontro nella Lega dopo il 'no' all'arresto di Cosentino. Bossi: "Noi non siamo forcaioli e non vogliamo mandar dentro a tutti i costi un terrone"

Il Senatùr punge Bobo: Chi se ne frega di Maroni

Da Umberto Bossi arriva una sciabolata contro Maroni. "E' scontento per l'esito del voto? Non piangeremo", ha tagliato corto con sarcasmo il Senatùr. Il punto è che Nicola Cosentino è salvo: non andrà in carcere. Decisivi i voti dei radicali (a sinistra è rottura col Pd) e quelli della Lega Nord, a cui il leader Bossi aveva lasciato libertà di coscienza sul voto all'ultimo. Nel Carroccio da tempo si consuma lo scontro tra il Senatùr e Roberto Maroni, uno scontro salito d'intensità proprio nei giorni decisivi del caso-Cosentino (dopo il voto, a Montecitorio, si è quasi arrivati alle mani). L'ex ministro dell'Interno spingeva per l'arresto mentre il leader, dopo le pressioni di Silvio Berlusconi, si era mostrato più conciliante. Così, dopo il voto a Montecitorio, sono arrivate nuove taglienti dichiarazioni del numero uno leghista.

"Non siamo forcaioli" - Il leader del Carroccio ha poi aggiunto che "nella Lega non c'è nessuno che dice che i napoletani devono andare in galera a tutti i costi. La Lega non vuole mandare dentro a tutti i costi un terrone solo perché è un terrone". Quindi la chiosa: "Non siamo mai stati un partito forcaiolo. La storia della Lega non è mai stata forcaiola. La linea era quella della libertà di coscienza, e nel dubbio votare sì". Una posizione non condivisa da Maroni, che ha spiegato: "La base non capirà. Io ero favorevole all'arresto perché ritengo non ci fosse fumus persecutionis. Ma non c'è nessun disaccordo con Bossi", ha provato a gettare acqua su un fuoco più acceso che mai.

"La Consulta? Me lo aspettavo" - Bossi, conversando con i cronisti, si è lasciato andare anche a qualche battuta sugli ultimi sviluppi politici. Sulle liberalizzazioni ha spiegato che "sono troppo forzate, non è che imponi la volontà all'improvviso. Ad esempio sui taxi che per tanti anni hanno lavorato con difficoltà e sottopagati". Quindi sulla sentenza della Corte Costituzionale che ha respinto il referendum sulla legge elettorale: "Immaginavo che la consulta avrebbe detto no, altrimenti non ci sarebbe più stata una legge con cui andare al voto", ha sottolineato Bossi.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antari

    13 Gennaio 2012 - 23:11

    Evidentemente l'ictus gli ha bruciato tutti i neuroni che riguardano Luca Leoni Orsenigo! Fatti curare Umberto, ne hai bisogno!!!

    Report

    Rispondi

  • antikomunista10

    13 Gennaio 2012 - 09:09

    Silvio e Umberto sono alleati di ferro e nessuno può più dubitare di una travolgente vittoria alle elezioni: siamo formidabili, compatti, coesi, con gli stessi ideali . Voteremo tra due mesi o tra quattro mesi, finalmente. Per Maroni , se non avrà l'intelligenza di prendere atto della realtà e cioè che Silvio e Umberto sono una cosa sola e assieme stravincono, lo aspetta la triste fine dei traditori. Ma Bobo è molto più intelligente di Fini e Casini, ed il giorno 22 abbasserà la cresta e sosterrà Bossi, sconterà qualche mese, o qualche anno di punizione e poi sarà perdonato dal grandissimo Bossi e riammesso al governo del paese. Ieri non si è salvato solo Cosentino, si è garantito che governeremo per i prossimi 50 anni, ecco perché Culatello ieri ha insultato volgarmente gli amici della Lega.

    Report

    Rispondi

  • giuliab09

    13 Gennaio 2012 - 08:08

    coloro che per attaccare Bossi, ironizzano sulla sua malattia, invece di riconoscere la forza di un uomo che comunque riesce a vivere alla grande senza perdersi d'animo !

    Report

    Rispondi

  • imbesi.emanuele

    13 Gennaio 2012 - 06:06

    Tutti coloro che invocano galera e forca per gli altri di solito sono quelli maggiormente in malafede e con la coscienza sporca.E una caratteristica tipica italiana. Non và in galera chi ammazza gente in italia e deve andare in galera Cosentino?Senza una sentenza?Queste prove muscolari sospette di questa magistratura che non chiede il carcere per Penati?Maroni perchè non hai chiesto il carcere per Penati?Nulla di personale verso Penati.Emanuele

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog