Cerca

Sfida di Bobo: Vado al comizio Bossi costretto ad accoglierlo

Terremoto in casa Lega. Bobo non vuole il bavaglio e la base sta con lui. Il Senatùr su La Padania smentisce: "Non esistono veti"

Sfida di Bobo: Vado al comizio Bossi costretto ad accoglierlo

Umberto Bossi cerca di contenere il terremoto in casa Lega Nord, scatenato dal divieto di partecipare ai comizi del dissidente Roberto Maroni. L'ex ministro ha rilanciato la sfida, spiegando che mercoledì sera sarà all'assemblea di Libera Padania a Varese. "Certo che vado, l'hanno organizzata per me", ha spiegato sulla sua pagina personale di Facebook. E così il Senatùr affida la sua risposta alle colonne del quotidiano di famiglia, La Padania. Una sostanziale marcia indietro: "Questo non è il momento delle polemiche", scrive Bossi. "Chi spera in una Lega divisa e dà ascolto a intermediari confusionali rimarrà deluso", assicura sul quotidiano in uscita domani, domenica 15 dicembre. Il leader del Carroccio aggiunge anche che si è sentito direttamente con Maroni e ha sottolineato che "non vi sono veti alla partecipazione di maroni ai comizi sul territorio e presto ne terremo uno insieme".

Tensione altissima - Nonostante le parole del Senatùr, la tensione nella Lega spaccata in due schieramenti resta altissima. Ora si aggiunge il mezzo giallo, perché le dichiarazioni di Bossi, di fatto, smentiscono la scelta comunicata venerdì sera al Consiglio direttivo del partito di sospendere tutti gli incontri pubblici di Maroni. E contro il divieto a partecipare ai comizi si è mobilitata la base verde: le segreterie provinciali, sindaci e sezioni, gli avrebbero spedito una cinquantina di inviti affinché ignori il divieto (un invito è arrivato anche dalla sezione di Gemonio, il paese in cui risiede Bossi). Maroni su Facebook ha aggiunto: "Grazie a tutti per la solidarietà e l'incitamento a non mollare. Io non mollo, anche se mi ferisce profondamente il divieto di partecipare ad incontri pubblici con i leghisti, la mia gente. Mi sento umiliato e offeso, non so quale colpa ho commesso per meritarmi una pena così pesante, MA IO NON MOLLO!!! VIVA LA LEGA".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • leg

    16 Gennaio 2012 - 13:01

    Cari "Maronani" se siete così in tanti, come dicono i giornali, perchè non fondate un partito? cosa volete dalla Lega Nord? Maroni vuole la Cassa perchè sa perfettamente che il suo esercito di mercenari pagato fino a quando era al ministero, con incarichi e posti di lavoro, ora non può più mantenerlo e quindi si passa all'attacco alla diligenza della Lega nord. Cari mercenari la Lega è Bossi e Bossi è la Lega, andate fuori dai co..... andate a riempire il pianeta degli "scopmparsi"dei Comino dei Pagliarini il simbolo non è di Maroni un personaggio che rinnova il suo tradimento pugnalando subdolamente il Capo. -Forza Bossi facciamo pulizia - Leg

    Report

    Rispondi

  • sandros

    15 Gennaio 2012 - 11:11

    Maroni siamo il molti con te. Attivati per pretendere correttezza nei comportamenti di tutti

    Report

    Rispondi

  • agosman

    15 Gennaio 2012 - 10:10

    Maroni fa bene a condurre la sua battaglia nella Lega. E’ uno dei pochi deputati che ha intelligenza politica ed autonomia di giudizio e non si vergogna e non ha paura di dire quando la Lega sbaglia nell’assumere certe iniziative. Così è successo per la questione di Cosentino. Quanto tempo è passato da quando nel 94 fu costretto a fare la figura del pirla per sostenere la decisione di Bossi di abbandonare il primo governo di centrodestra a guida Berlusconi. Se non ricordo male fu costretto a passare per “il ministro che firmava senza leggere”, o “quello a cui sottoponevano alla firma un documento diverso da quello che aveva letto”. Insomma, miserie. Ma oggi i tempi sono cambiati. Bossi non è più quello di un tempo, la gente cambia. I giovani soprattutto sono più disincantati. Una volta che cadesse il tabù Bossi e prendesse piede una guida Maroni (lasciate perdere il Trota!) per la Lega si aprirebbero ben nuove prospettive. Dunque anche chi non è leghista dovrebbe incoraggiare Maroni. E io lo faccio.

    Report

    Rispondi

  • eovero

    15 Gennaio 2012 - 09:09

    ormai che ci sei falla finita sta storia, mollalo senza bossi puoi fare tanta strada,non solo tu ma tutti noi che voliamo il federalismo, con bossi e famiglia non si ottiene nulla.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog