Cerca

Le doppie poltrone dei prof: incompatibilità di governo

Mainiero su Libero: il sottosegretario Zoppini non vuole dimettersi dall'authority. Mario e Profumo si sono solo autosospesi

Le doppie poltrone dei prof: incompatibilità di governo

Al massimo si autosospendono, ma la doppia poltrona non la mollano. Nel governo dei professori, avere due o più incarichi in contemporanea (con relativi stipendi) è una abitudine ben radicata. Il sottosegretario alla Giustizia Andrea Zoppini, per esempio, rifiuta di dimettersi dalla camera arbitrale dell'autorità per la vigilanza sui contratti pubblici, di cui è membro. Zoppini, che si è solo autosospeso, ha seguito l'esempio di qualcuno più in alto di lui: lo stesso hanno fatto il premier Mario Monti (dalla presidenza della Bocconi) e il ministro Francesco Profumo (dalla presidenza del Cnr), mentre il ministro dei Beni culturali Lorenzo Ornaghi ha chiesto l'aspettativa dall'Università Cattolica del Sacro cuore di Milano, di cui è rettore. Sono solo alcuni dei casi che Mattias Mainiero ripercorre su Libero in edicola oggi, mercoledì 18 gennaio.

I professori dalla doppia poltrona: leggi l'articolo di Mattias Mainiero
su Libero in edicola oggi, mercoledì 18 gennaio

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giorgio_collarin

    20 Gennaio 2012 - 00:12

    perché sono i primi a non credere in se stessi, non riconoscendosi capacità operative ma solo quelle teoriche della professione docenza. un esecutivo di figure senza sostanza e nella pratica amorfe. sanno che questo esperimento di alternanza voluto e dettato da Re Giorgio é destinato al fallimento spingendo a fondo il BelPaese e noi tutti. Monti è nel suo modo di proporsi, indigesto. la categoria dei pensionati "ricchi" lo ringrazia per aver congelato le pensioni (sopra i 1400 euro mese): un vero e proprio furto!!!

    Report

    Rispondi

  • VermeSantoro

    19 Gennaio 2012 - 08:08

    E ci credo che non vuole dimettersi sono centinaia e centinaia di migliaia di euro all'anno. Ma licenziatelo immediatamente e condannatelo a vivere per 5 anni con una pensioncina inps di 1000 euro al mese poi ci risentiamo, l'altra oscenità è quel Citricala' come c.... si chiama un veroinsulto a quei milioni di italiani che non ce la fanno ad arrivare a fine mese. Questa è tutta gente da mandare in crociera con il comandante schettino, possibilmente al Giglio

    Report

    Rispondi

  • ovidioeduardomonaco

    18 Gennaio 2012 - 19:07

    Prima che i FORCONI arrivano a Roma, mandate il popolo a votare; che si possano scegliere i legittimi rappresentanti; quantomeno si sceglieranno il macellaio.............

    Report

    Rispondi

  • ginko

    18 Gennaio 2012 - 19:07

    Non hanno solo la prosopopea e la spocchia di coloro che son convinti di essere superiori, hanno anche la saccoccia professorale che pare non debba mai sentirsi piena. Questi presunti salvatori dell'Italia intanto salvano la loro cassaforte trasferendovi monti di soldi solo per dire sì o per battere gli occhi. Ma siccome sono sponsorizzati dal compagno napoilitanov nessuno dei tromboni che hanno divorato il penoso Scajola ha nulla da ridire. E il codazzo imbecille continua a divertirsi con le deprimenti cavolate dei giullari di partito che non avendo altra risorsa, si attaccano anche alle tragedie per poter mangiare, dimostrandosi uguali a quel furbetto che rideva del terremoto abruzzese. SCHETTINI.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog