Cerca

Formigoni, addio al Pirellone: "Nel 2015 non mi ricandido"

Il presidente della Lombardia a Belpietro: "Penserò al Pdl". E su Ponzoni e Nicoli Cristiani: "Casi gravi, ma non politici"

Formigoni, addio al Pirellone: "Nel 2015 non mi ricandido"
Alle elezioni regionali del 2015, "non mi ricandiderò: sono al sedicesimo anno di governo in Lombardia, completerò questa legislatura e poi ragioneremo insieme se ci saranno altri incarichi. Sono a disposizione del mio partito". E' quanto ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni a "La telefonata" di Maurizio Belpietro su Canale 5. "Sono molto soddisfatto di quello che ho potuto fare in questi anni - ha aggiunto il governatore - cioè modernizzare la Lombardia e di portarla al livello dei migliori stati europei. Non ambisco ad altro".


Questione morale - Formigoni è poi tornato sui recenti scandali che hanno riguardato alcuni esaponenti di spicco del Pdl lombardo, quelli dell'ex assessore Massimo Ponzoni e del vicepresidente del Consiglio regionale Franco Nicoli Cristiani: "Il caso di Ponzoni riguarda la sua attività imprenditoriale, ed è quindi qualche cosa completamente all'esterno dell'attività in Regione. Le responsabilità sono personali, non si vede come si possa spostare la vicenda sul piano politico chiedendo le dimissioni della giunta che si regola su una maggioranza solida e compatta". Quanto a Nicoli Cristiani, "se le accuse verranno confermate, si tratta di fatti molto gravi". In entrambi i casi, il governatore lombardo ammette che sia stato "un errore candidarli", pur precisando che "ci deve essere stato un abbaglio anche da parte degli elettori che li hanno scelti". E sugli attacchi portati dalla Lega sulla questione morale ha definito Matteo Salvini "un battitore libero. Ma la Lega, in Lombardia, ci sostiene compattamente".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spalella

    19 Gennaio 2012 - 18:06

    SEMBRA che Formigoni sia un valido amministratore, MA valido NON VUOL DIRE CERTO UNICO. Ed a proposito di questo suo riciclarsi in un'altra attività e sempre in politica attiva. Non come consigliere o esperto, fuori dal cerchio decisionale. Questo mi RICORDA che in italia vigono le mummie, i morti, i vecchi, quelli che muoiono SENZA ritirarsi, vedi don Verzè che a oltre 90 anni si è fatto da parte solo grazie all'intervento misericordioso anche se poco tempestivo di madre natura.

    Report

    Rispondi

  • valerio5

    19 Gennaio 2012 - 17:05

    vergognoso, si deve dimettere subito, assessori arrestati, firme false nel suo listino ACCERTATO, e che fa va avanti fino alla fine del mandato? che deve fare, forse non ha arraffato tutto quello che voleva arraffare il celeste???????????

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    19 Gennaio 2012 - 17:05

    Nicoli Cristiani e Ponzoni... "" In entrambi i casi, il governatore lombardo ammette che sia stato "un errore candidarli", pur precisando che "ci deve essere stato un abbaglio anche da parte degli elettori che li hanno scelti". E sugli attacchi portati dalla Lega sulla questione morale ha definito Matteo Salvini "un battitore libero. Ma la Lega, in Lombardia, ci sostiene compattamente". "" E poi mi si critica se asserisco che Formigoni è il più grande PARAKUL0 che CL abbia mai partorito? E gli elettori " abbagliati ", che dicono di un tal governatore?!!!

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    19 Gennaio 2012 - 17:05

    elementare, Watson: Democratico!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog