Cerca

Muro-Camusso

Ieri era stata rispedita al mittente la proposta di riforma del lavoro presentata dal ministro del Welfare Luisa Fornero

Muro-Camusso

La Camusso torna a parlare della riforma del lavoro, dopo la bocciatura dei sindacati alla proposta del ministro del Welfare Fornero presentata lunedì. Ieri, la leader della Cgil aveva detto che le linee guida del governo non erano state condivise dai sindacati e che bisognava "partire dal sistema esistente per migliorarlo". Oggi, in un'intervista al Gr Rai, la Camusso ha rincarato la dose ponendo il suo diniego ad un'eventuale modifica della cassa integrazione. "Siamo di fronte a a un profondo processo di riorganizzazione industriale, con elementi diffusi di crisi: togliere uno strumento è semplicemente una follia". Per la Camusso il modello della cassa integrazione è da difendere in tutti modi. "In assoluto la valutazione che tutti hanno fatto della cassa integrazione, non solo in Italia, è che si è trattato di uno strumento che ha accompagnato positivamente la riorganizzazione del nostro sistema , quindi non capiamo le ragioni di sottrarre uno strumento che, ci tengo a dirlo, è in gran parte finanziato dai lavoratori e dalle imprese quindi non è un intervento ed un sussidio dello Stato a questi processi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tina Ferrari

    24 Gennaio 2012 - 19:07

    Questo governo, dovrebbe anche tagliare i fondi alla Casta dei sindacati...visto che servono solo a se stessi.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    24 Gennaio 2012 - 14:02

    La Camusso ha mille ragioni: la spesa é ripartita anche tra lavoratori. E se una ditta chiude, il lavoratore il giorno dopo va a chiedere l'elemosina sui gradini d'ingresso della Chiesa? Non bastano le chiese e i gradini in Italia. Quindi se la CIG viene ridotta , essa sarà sostituita da altri ammortizzatori che oggi non si é in grado di finanziare. Perci0' si pensi ad altro anche nella riforma del lavoro.

    Report

    Rispondi

blog