Cerca

Lavoro, ecco il piano del governo

Dalla riduzione della cassa integrazione, alla formazione: in sintesi il piano del ministro Fornero per cambiare il mercato del lavoro

Lavoro, ecco il piano del governo

 

Ecco in sintesi. i principali interventi che il governo intende fare in materia del lavoro

Flessibilità: Gli attuali 46 contratti flessibili saranno ridotti con l'introduzione di un unico contratto che evolve con l'età
Ammortizzatori: Per il ministro tra gli attuali istituti dovrebbe sopravvivere solo la cassa integrazione ordinaria a cui si ricorre solo per sostenere il reddito dei lavoratori nel caso di una crisi aziendale dovuta alla caduta del mercato. Via dunque alla cassa integrazione straordinaria, e all'indennità di mobilità. Al loro posto dovrebbe esserci un'indennità risarcitoria e poi dovrebbe scattare l'indennità di disoccupazione. In questo caso, davanti a una crisi strutturale per il lavoratore ci sarebbe lo scenario del licenziamento. La Fornero pensa di introdurre anche un reddito minimo (ma si scontra con la scarsità delle risorse finanziarie)
Formazione L'idea è di costruire un sistema costante di formazione continua che parta dagli anni dell'infanzia e continui anche durante l'età lavorativa. Un modo per avvicinare l'istruzione al mondo del lavoro
Salari I contratti precari dovranno costare di più: in questo modo secondo il governo si scoraggerebbe il ricorso ai contratti atipici costringendo le imprese a utuilizzarli solo quando è necessario e non al posto dei contratti standard.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aifide

    24 Gennaio 2012 - 19:07

    dalla culla subito nella scuola per imparare un mestiere ed arrivare in fabbrica già pronti per essere spremuti fino a 70 anni e poi eliminati subito! Grande ministro del lavoro degli altri!

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    24 Gennaio 2012 - 15:03

    Suppongo che le ultime scelte del governo tecnico collimino perfettamente con le idee del Super Bersy. Signori di sinistra , qui non si tratta più di continuare OSTI-natamente a perseguire un'ideologia politica magari rivotando tutti quegli squallidi elementi che ci hanno ridotto in queste condizioni, ma di unirci per scacciare tutta l'attuale classe politica Datemi retta, non andate a votare.

    Report

    Rispondi

blog