Cerca

Lo Stato paga gli arretrati: imprese avranno 2 miliardi

Nel decreto liberalizzazioni il tema dei crediti con la pubblica amministrazione. Farmacie, banche, professioni: cosa cambia

Lo Stato paga gli arretrati: imprese avranno 2 miliardi

Arriva un po' di ossigeno per le imprese italiane. Nel decreto sulle liberalizzazioni, il cosiddetto Cresci Italia, pubblicato ieri sulla Gazzetta Ufficiale e firmato dal presidente Napolitano, il governo ha stabilito una prima tranche di "rimborsi" alle aziende private da parte della pubblica amministrazione. Le imprese, che vantano qualcosa come 80 miliardi di euro di crediti arretrati, verranno ripagate con 2 miliardi in titoli pubblici. Lo prevede l'articolo 35 del decreto, secondo cui gli imprenditori in credito con lo stato potranno chiedere di essere pagati in tale maniera. Nota importante, soprattutto per le casse dello stato: l'assegnazione dei titoli non andrà a gonfiare il debito pubblico in quanto non saranno contati nelle emissioni nette di titoli indicate nella Legge di bilancio. Il ministro dello Sviluppo Corrado Passera ha poi confermato che per i pagamenti futuri la Pubblica amministrazione si impegna a rsipettare il limite di 60 giorni previsto dalla direttiva europea.

Gli altri interventi - Negli altri punti del decreto, si prevede l'aumento delle farmacie dalle attuali 18mila a 23mila (una ogni 3mila abitanti anzichè 4-5mila), con orari aperti e precedenza al banco dei farmaci generici senza richiesta specifica da parte del cliente. Per i liberi professionisti sopo alle tariffe fisse fissate dal ministero, mentre il numero dei notai dovrebbe aumentare di 500 nel 2012 e 1.000 ento il 2014. Presto saranno determinate le condizioni dei conti correnti a costo zero, e gli istituti saranno obbligati a sottoporre al cliente due opzioni di assicurazioni sulla vita se posta come condizione per l'erogazione del mutuo. Per quanto riguarda le assicurazioni RcAuto, i clienti che acconsentono alla perizia prima di stipularla o all'applicazione di una scatola nera otterrano sconti dalle agenzie. Via libera, infine, al project financing per le opere pubbliche come le carceri. Gli enti locali potranno inoltre finanziare le proprie opere emettondo veri e propri bond.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nlevis

    25 Gennaio 2012 - 18:06

    I bot saranno scontati dalla banca che farà pagare gli interessi passivi e quando scadranno incasserà quelli attivi??????

    Report

    Rispondi

  • blues188

    25 Gennaio 2012 - 17:05

    Lei contesta e vuole spiegare a uffa cos'è la liberalizzazione. Però poi si tuffa nel discorso della concorrenza sleale che non c'entra nulla. Anche uffa intende le liberalizzazioni come risorsa per l'utente normale (come ben spiega anche lei) ma vuole che giustamente si sia la ricaduta o come minor onere per l'utente o come qualità aumentata. Che le Coop siano favorite non è chiaramente accettabile, tuttavia ci attendevamo qualcosa di più concreto per noi esseri normali che lavoriamo senza i disegnini

    Report

    Rispondi

  • faraway

    25 Gennaio 2012 - 14:02

    lei di liberalizzazioni non capisce proprio niente, la vera liberalizzazione é quella che va a vantaggio dei consumatori e non quella che li riaddebita in tasse.. un esempio..se vogliamo liberalizzare i farmaci di fascia c o b, la vendita andrebbe vietata ai centri ipercommerciali Coop,..la Coop risaputamente paga l'Ires solo sul 30% per cento dell'imponibile, (mentre i farmacisti la pagano sull'unghia)..a sti punti concedere anche alle Coop di vendere i farmaci non é liberalizzazione ma concorrenza sleale, qualunqwue privilehgiato fiscale potrebbe praticare prezzi piu bassi, visto che non paga tasse... e con un unica differenza a parte la comncorrenza sleale, che impoverirà le casse dell'erario statale ...ha capito od abbisogna di un disegnino?

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    25 Gennaio 2012 - 14:02

    Se si tratta di pagarli con titoli spazzatura...se li tengano sotto il letto.Se invece pagano con moneta sonante..ben venga.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog