Cerca

Persino Tonino meglio di lui Laurea prima, e da lavoratore

Martone più "sfigato" di Di Pietro, che faceva l'impiegato all'Aeronautica militare durante gli studi in giurisprudenza

Persino Tonino meglio di lui Laurea prima, e da lavoratore

Ha dato degli "sfigati" a metà degli universitari italiani, dicendo che chi non si laurea entro i 28 anni, tale va definito. Lui, il viceministro Michel Martone, di anni ne aveva 23 quando prese il fatidico pezzo di carta in giurisprudenza. Impresa eccezionale? Non tanto, se la si paragona a quella (oltre che di tanti, tantissimi universitari) a quella di Antonio Di Pietro. Che certo una "cima" non è considerato. Ma si è laureato lui pure in cinque anni (sempre in giurisprudenza) e pure lavorando.
Tornato in Italia nel 1973 dopo alcuni anni a lavorare in Germania, Tonino inizia gli studi all'Università degli Studi di Milano presso la facoltà di giurisprudenza, mentre lavora come impiegato civile dell'Aeronautica Militare. E si laurea nel 1978. La storia successiva è nota: nel 1980 vince un concorso della Polizia di Stato per Commissario e frequenta la Scuola Superiore di Polizia. Successivamente viene inviato al IV distretto come responsabile della Polizia Giudiziaria. Nel 1981, sempre alternando lavoro e studio, vince il concorso di uditore giudiziario: è assegnato, con funzione di Sostituto Procuratore, alla Procura della Repubblica di Bergamo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • doris

    28 Gennaio 2012 - 08:08

    parlare della laurea di Di Pietro e' una barzelletta!

    Report

    Rispondi

  • rosario.scappaviva

    27 Gennaio 2012 - 17:05

    Se il viceministro si riferisce a tutti quei giovani che si parcheggiano nelle universita senza studiare e fare la bella vita con i soldi di papa,non so come dargli torto.

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    27 Gennaio 2012 - 16:04

    Trovo che questa polemica stia diventando stucchevole. Martone ha ragione, oggi un ragazzo a 28 anni che non si è ancora laureato oltre ad essere un fuoricorso a vita, troverà più difficoltà a trovare lavoro con la sua laurea rispetto ad uno studente che s'è laureato nei termini. Uno che a 28 anno non si è ancora laureato, a parte l'essere uno sfigato è anche uno che non ha voglia né di lavorare né di studiare, ma passa il tempo a fancazzo.

    Report

    Rispondi

  • nictriplo

    27 Gennaio 2012 - 15:03

    ad iscriversi alla facoltà di fisica. Non a sud del Po. A Nord del Po e precisamente in una delle tre univeristà ivi più conosciute per l' alta selettività. Vediamo se in due sono capaci di superare mezzo esame. Ci accontentiamo anche di mezza formula. A guardarli mi ricordano Totò e Peppino. Entrambi della stessa etnia ed entrambi ugualmente capaci.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog