Cerca

Il piano di Monti: Irpef giù col tesoretto degli evasori

Il Tesoro vuole destinare i soldi della lotta fiscale a misure di detassazione. C'è il decreto: ecco come cambia la burocrazia

Il piano di Monti: Irpef giù col tesoretto degli evasori

Ogni anno quanto recuperato dalla lotta all'evasione sarà destinato alla riduzione delle tasse. E' una norma che potrebbe spuntare nella delega fiscale che il governo sta pre presentare. L'ipotesi allo studio del governo è unan norma di principio da inserire nella delega fiscale da 20 miliardi eredità della manovra di Tremonti. L'ipotesi è quella di destinare 10 o 15 miliardi alla riduzione del primo scaglione di Irpef dal 23 al 20%. Una buona notizia per i cittadini che pagano i tassi. Secondo quanto scrive il quotidiano Repubblica, i risultati si potrebbero vedere presto, già entro l'anno per le feste natalize, o più sciuramente nel 2013, quando parte del tesoretto che sarà recuperato grazie a una lotta più incisiva all'evasione, finirà nelle tasche degli italiani. Si tenga conto che negli anni 2006-2010 la crifra recuperata dalla lotta all'evasione è stata pari a 63 miliaerdi di euro, il 58,5% delle entrate nette totali. ma questi dati sono molto indicativi perché si tratta solo alle somme che i diversi governi hanno solo previsto di stanare, non quanto poi hanno effettivamente recuperato. Si tratta della posta - sottolinea - Repubblica messa a bilancio e mai verificata a consuntivo.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spalella

    29 Gennaio 2012 - 17:05

    I bestiali, vecchi, politicanti ne avevano parlato molto, MA POI NON HANNO MAI FATTO NULLA IN MATERIA...... COME MAI ? forse perchè erano occupati a rubare soldi per le loro lobby, e per sè stessi in vitalizi vari ? Sempre più si allarga la forbice di percezione tra la praticità e costruttività di Monti e la bestiale INUTILITA' di tutti gli altri. CHI si prendesse la responsabilità di far cadere questo governo che dopo averci tassati stà (sembra) tentando di farci rientrare di ciò che ci ha tolto, SI ASSUMERA' GROSSE RESPONSABILITA', e non certo morali MA DI ESISTENZA COME PARTITO.

    Report

    Rispondi

  • guido.blarzino

    29 Gennaio 2012 - 11:11

    L'evasione fiscale e' un problema da affrontare ma in un ampio contesto. Il vero problema rimane la truffa perpetrata continuamente dal sistema casta e lobby. E qui non si vede e non si sente nulla. Sempre e solamente aggressione ai privati che producono tra mille balzelli.

    Report

    Rispondi

  • charmant2

    29 Gennaio 2012 - 10:10

    Il calo del prezzo dei carburanti,automaticamente apporterebbe un ribasso generale. E' ciò cui si tende perchè, conseguentemente, ne tragga un benessere economico ogni azienda e ogni famiglia. I soldi delle accise risparmiati,vanno presi dalle prostitute che scandalizzano tanto i baciapile ed i bambini offrendosi per strada. Il clero deve pagare tutte le tasse perchè il Vaticano dispone di immense ricchezze che,se volesse devolverle a beneficio di chi lo ospita,potrebbe azzerare il nostro debito pubblico che democristiani e sinistri,hanno portato alle stelle oramai.Continuando l'argomento che ci sta a cuore,a Monti suggerisco,nel caso non ci abbia pensato perchè in altre faccende affaccendato,di dimezzare con decreto il numero dei parlamentari,e dei loro privilegi,eliminare le provincie e diminuire il numero delle giunte comunali.Diminuire inoltre, drasticamente, il numero delle auto blu.Quindi cambiare lo statuto perchè la smettano,gli onorevoli, di autodetermisarsi gli stipendi.Amen.

    Report

    Rispondi

  • gigigi

    29 Gennaio 2012 - 10:10

    Sissignori! Sono d'accordo che tutto cio' che viene recuperato dai fetenti che non pagano,debba essere "restituito" a chi,quelle somme,erano state "rubate"! Comunque,mi preme sottolineare,come del resto ha fatto qualcuno anche qui nel forum,che sarebbe bene un'azione capillare sugli sprechi e gli enti inutili. E' una richiesta gia' fatta a piu' riprese e da piu' commentatori in mesi e mesi di discussione,ma finora senza risultato. La stessa azione,porterebbe si ad incrementare le entrate (o quanto meno diminuire le uscite) fino a tal punto da poter finalmente ridare ai cittadini che hanno sempre versato i loro gravosi contributi,qualcosa indietro e permettergli di consumare meglio e di piu'. Allora,tutto si riprenderebbe,con le imprese che produrranno, venderanno ed assumeranno,in un rinnovato ciclo di guadagno per tutti, iniziando dalle famiglie. Berlusconi aveva detto 23 e 33%,quali quote Irpef ideali. Io dico,magari anche il 24 e 34%, basta che lo facciano ed anche velocemente.....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog