Cerca

Fini Fila in Basilicata per parlare ai futuristi: Gianfranco scrocca un passaggio alla Shoah

Il presidente della Camera va a Potenza per celebrare lo sterminio degli ebrei e per parlare al partito. Che tribolazioni

Fini Fila in Basilicata per parlare ai futuristi: Gianfranco scrocca un passaggio alla Shoah
Un viaggio piuttosto misterioso, quello di Gianfranco Fini in Basilicata venerdì, in occasione della Giornata della Memoria. E tribolato: da Roma, il presidente della Camera arriva con un aerotaxi (pagato non dalla Camera) a Napoli, dove un'auto della Prefettura lo preleva e lo porta fino a Potenza dove il leader di Fli ha parlato al suo partito e, per l'occasione, ha partecipato alla celebrazione della Shoah, il ricordo dello sterminio nazifascista di 6 milioni di ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale. Tanta fatica, però, valeva la pena: non si sa se per onorare i caduti (molti, a destra, gli rimproverano ancora la giravolta culturale) o per compattare i suoi uomini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rfalconi

    29 Gennaio 2012 - 11:11

    Dopo aver letto l'articolo in oggetto ho scritto a un amico quanto segue: Vedi Gianni dove arriva la persecuzione politica. Abbiamo tanto criticato i metodi della sinistra, derivati da una cultura maxista, contro Berlusconi e poi chi dovrebbe rappresentarci si comporta nella stessa maniera, peggio! Perchè denigra costantemente un personaggio con solo ca...volate. Dove si vuole arrivare, potrei comprendere una campagna al momento della separazione dal partito, ma dopo due anni... seguiamo la filosofia marxista che dopo 67 anni protesta perchè nella croce ricordo sull'assasinio di Mussolini e Petacci sono state messe le foto. (Sarei curioso di sapere quanti sono e che età hanno i supestiti partigiani che reclamano). Lo ripeto da tanti anni, noi dobbiamo essere migliori nel modo di pensare che di vita di quelli della cosiddetta sinistra, se no in che cosa ci distinguiamo? Se siamo uguali è inutile distinguerci tra destra e sinistra. Ciao, oggi sono polemico Roberto

    Report

    Rispondi

  • porrzuz1492

    29 Gennaio 2012 - 09:09

    Fini non stupisce più' nessuno

    Report

    Rispondi

  • Braccio da Montone

    28 Gennaio 2012 - 22:10

    ***L'animadelimortaccivostriedelparmiggiano di Parma. Fate vomitare. Ma, non avete un minimo di dignità? A già, siete per NATURA dei beceri inkankreniti del "tanto peggio tanto meglio". Sì, ma il peggio siete voi, IGNORANTI et ubrikanoni dell'osteria a Bettola (PC), paese natio del vuoto "Bocciofila Ber-sani". Vergognatevi!!!! Ah ah ah! Se non fate ridere, fate piangere i vostri figli.*

    Report

    Rispondi

  • Braccio da Montone

    28 Gennaio 2012 - 21:09

    ***Che ribrezzo profondo si prova con questo lombriko che piace solo a quei komunistacci/fascisti che dicevano: "fascisti, carogne, tornate nelle fogne". Voi fate più ribrezzo e soprattutto FATE PENA! Siete da compatire! Chissà i vostri figli che diranno un giorno. Forse"mio padre era un cretino?". Peggio!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog