Cerca

Pane e web: Mario semplifica così

Dai panifici aperti la domenica alle iscrizioni online all'Università, dai tir al bollino blu: le novità del decreto Semplificazioni

Pane e web: Mario semplifica così

Pane tutti i giorni, patenti più facili per gli ottantenni, bollino blu ogni due anni. Sono tante, per quanto su temi minori e non proprio rivoluzionarie, le norme contenute nel decreto semplificazioni varato ieri dal Consiglio dei ministri che dovrebbero avere immediata operatività. Altre, ben più importanti per migliorare la «qualità della vita», come ha detto Mario Monti, dovranno aspettare decreti attuativi e norme secondarie. Ecco le numerose novità previste dal provvedimento:

PANIFICI: Niente più vincoli per le chiusure domenicali e festive per le aziende di panificazione.
 TIR: I divieti di circolazione per i mezzi pesanti potranno riguardare, oltre che i festivi, anche altri giorni, a seconda delle esigenze di sicurezza e traffico.
 CIPE: Via libera a modalità più snelle per l’adozione delle delibere Cipe.
IMPIANTI PRODUTTIVI: Semplificazione delle procedure amministrative che fanno capo agli sportelli unici, tramite decreti del governo.
CONTROLLI PA: Il decreto modifica il Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, stabilendo che molti controlli sulle imprese diventano successivi e non preventivi rispetto all’inizio delle attività. Ogni amministrazione sarà obbligata a pubblicare sul proprio sito la lista dei controlli a cui è assoggettata ogni tipologia di impresa.
AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE PMI: Viene introdotta un’unica autorizzazione in materia ambientale, così da concentrare in un solo titolo abilitativo tutti gli adempimenti a cui sono sottoposte oggi le Pmi.
IMPRESE AGRICOLE: Adempimenti amministrativi più semplici per l’esercizio dell’attività di vendita diretta, da parte degli imprenditori agricoli in forma itinerante. L’imprenditore agricolo potrà infatti iniziare l’attività contestualmente all’invio della comunicazione.
SCIA: Il governo, entro il 2012, individuerà in modo tassativo le autorizzazioni da mantenere, le attività sottoposte alla segnalazione certificata di inizio di attività (Scia), quelle per cui basta una semplice comunicazione e le attività del tutto libere.
ADEMPIMENTI PA:
Obbligo di trasmissione alla Corte dei Conti delle sentenze che accertano l’inadempimento delle amministrazioni all’obbligo di attuare un determinato provvedimento. All’interno di ogni amministrazione sarà prevista una sorta di commissario, una figura di vertice «a cui saranno attribuite funzioni sostitutive per la conclusione dei procedimenti».
BANCA DATI NAZIONALE CONTRATTI PUBBLICI: Spetterà alla banca nazionale dei contratti pubblici, la verifica dei requisiti di ordine generale e speciale richiesti per la partecipazione alle gare di affidamento dei contratti pubblici.
SOCIAL CARD: nuovo programma di sperimentazione nei Comuni con più di 250mila abitanti. Avrà una dotazione di 50 milioni.
UNIVERSITÀ: si introduce il Portale unico delle università. La verbalizzazione e la registrazione degli esiti degli esami di profitto e di laurea sostenuti dagli studenti universitari si effettuerà esclusivamente per via telematica
CAMBI DI RESIDENZA: duplice l’obiettivo, quello di consentire l’effettuazione del cambio di residenza con modalità telematica e di produrre immediatamente, al momento della dichiarazione, gli effetti giuridici del cambio di residenza.
PROCEDURE ANAGRAFICHE: Oltre 7 milioni di comunicazioni verranno effettuate esclusivamente in via telematica. I cittadini avranno tempi più rapidi nella trascrizione degli atti di stato civile, nella cancellazione e iscrizione alle liste elettorali e nei cambi di residenza. Inoltre, con la medesima modalità sono previste le comunicazioni tra Comuni e Questure relative alle variazioni anagrafiche degli stranieri.
DOCUMENTI RICONOSCIMENTO: scadranno il giorno del compleanno.
PATENTI DI GUIDA: sarà più semplice, per i guidatori ultraottantenni, rinnovare la patente. Il rinnovo, di durata biennale, potrà essere effettuato direttamente presso un medico monocratico e non più presso una commissione medica locale.
BOLLINO BLU: il «bollino blu», che oggi deve essere rinnovato annualmente, sarà contestuale alla revisione del’auto.
PERSONE CON DISABILITÀ: verranno eliminate inutili duplicazioni di documenti e di adempimenti nelle certificazioni sanitarie a favore delle persone con disabilità.
ASTENSIONE ANTICIPATA DA LAVORO DELLE LAVORATRICI IN GRAVIDANZA: vengono previste diverse fattispecie di astensione obbligatoria in presenza di determinate condizioni.
PRIVACY: eliminato l’obbligo di predisporre e aggiornare il documento programmatico sulla sicurezza (DPS).
ASSUNZIONI DI LAVORATORI EXTRA UE: la norma riduce gli oneri amministrativi connessi alla stipula del contratto di soggiorno per lavoro subordinato per lavoratori stranieri extra comunitari.
ACCESSO ALLA PROFESSIONE DI AUTOTRASPORTATORE: viene semplificato esentando dall’obbligo dell’esame di idoneità professionale chi ha superato un corso di istruzione secondaria o ha diretto per almeno dieci anni, un’impresa del settore.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • silvio47

    29 Gennaio 2012 - 09:09

    si parla si parla, ma di lavoro x i giovani quando si parla veramente?, quando si parla veramente di tagliare questi parassiti ripeto parassiti statali???,la casta quando si taglia??,quando si taglia il finanziamento ai partiti??quando si smettera di aumentare il canone rai x poi regalare a celentano 300mila euro a serata?? queste sono cose che bisogna veramente commentare, povero toto diceva E IO PAGO.

    Report

    Rispondi

  • bosco43

    29 Gennaio 2012 - 08:08

    I panifici,c'entrano come i taxi!!!Li lasci perdere e metta le mani addosso alla casta ed alla sottocasta,vedrà palanche che trova!!!

    Report

    Rispondi

  • violacea

    28 Gennaio 2012 - 22:10

    premier monti, non mi dica che non ha capito quale e' il cancro dell'italia???? no??? ma come vuole che glielo diciamo noi??? si?? 3 milioni di dipendenti pubblici da mantenere !!!! a carico dello stato, cioe' dei cittadini italiani!!! questi signori che non sanno cosa vuol dire produrre utilili e pil!!! sanno solo fare dividendi con i soldi nostri!!!! ma quanto producono sti signori tutti????? e quanto ci costano in stipendi benefict, pensioni e contributi???? non esisite nel mondo intero un esercito di parassiti statali come quelli italiani!!!! e' ora di dare un taglio a questo marciume altrimenti lo dara' il popolo padano!!! lo chiedeva anche la lettera dell'europa di tagliare, non di eliminare le pensioni di anzianita dei dipendenti privati!!!!

    Report

    Rispondi

  • giama

    28 Gennaio 2012 - 20:08

    Quando tutto ciò sarà attuato nessuno lo dice. Per ora abbiamo visto solo aumento dell'IVA, della benzina, degli estimi, delle sigarette, ecc. Come prodotto della bocconiana supponenza dei professori non c'è male.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog