Cerca

Casa scontata al vendoliano: Nel '07 le requisiva ai privati

Sandro Medici, presidente del X Municipio di Roma, pagò 150 mq a Prati a metà prezzo. Lottava contro la speculazione

Casa scontata al vendoliano: Nel '07 le requisiva ai privati

Da agitatore di piazza prima, in lotta perenne contro gli speculatori immobiliari, e da mini-sindaco poi, il presidente del X Municipio di Roma Sandro Medici di esperienze in fatto di case ne ha a sufficienza. Ed evidentemente il politico di Sel, vendoliano di ferro e storico volto della sinistra capitolina, quell'esperienza la ha messa a frutto alla perfezione, acquistando nel 2010 un signor appartamento di 150 metri quadri in piazza Cavour, nel prestigiosissimo (e carissimo) quartiere Prati, a metà del prezzo di mercato. E' Matteo Vincenzoni per Il Tempo a riportare la vicenda nei particolari, poi ripresa da Dagospia.

Proteste e notai - Medici vive in affitto dal 2005 in un bel palazzo d'epoca sopra il cinema Adriano. Zona chic, con prezzi al metro quadro che vanno da 7.000 ai 10.000 euro. Eppure nel 2010, due anni dopo la riconferma come presidente del X Municipio, l'ex direttore del quotidiano comunista il manifesto riesce a comprarla ad un prezzo ultra-scontato: 500mila euro, poco più di 3.300 euro. Un colpo di fortuna, forse un grande successo politico per chi nel 2007 requisì, scrive Il Tempo, decine di appartamenti ai privati per evitare lo sfratto di altrettante famiglie opponendosi, testuali parole di Medici, "all'avidità degli speculatori immobiliari che con arroganza vessano fino allo stremo famiglie povere e disagiate". Al suo fianco, allora, c'era un altro nome storico del movimentismo romano, Andrea Tarzan Alzetta. Nel 2010, invece, nell'ufficio del notaio per firmare gli atti di acquisto dell'appartamento di piazza Cavour c'era la signora L. S., compagna di Medici e sua convivente.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rendagio

    06 Febbraio 2015 - 16:04

    Cosi fan tutti, prendere esempio dai compagni ,a cominciare da DALEMA in poi, prendi la tessare PD, frequeenti qualche centro sociale, ti metti in mostra alle primarie ed il giochino e´fatto....., il potere e´ uma fiamma che fonde tutti i metalli ehehehheheheh.

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    03 Ottobre 2013 - 14:02

    Quello che meraviglia é che queste realtà farisaiche possano ancora meravigliarci...

    Report

    Rispondi

  • castalia

    03 Febbraio 2012 - 11:11

    non democratica che danneggia la maggioranza degli italiani!!! Ed è questo il vantaggio di avere delle minoranze al governo, esse curano i loro interessi e non sono democratiche perchè non rispettano la volontà degli italiani ma grazie al potere ottenuto con la democrazia attuano vere e proprie dittature. A Roma alemanno ha fatto varie ordinanze contro l'abusivismo degli immigrati a partire dal semplice lavaggio dei vetri ai semafori ma nei municipi rossi si può fare di tutto. Basterebbe fare un viaggio turistico nelle zone limitrofe ai mercati rionali per rendersene conto.

    Report

    Rispondi

  • wall

    30 Gennaio 2012 - 09:09

    ..come sempre quando si hanno le mani per comandare i veri non italiani si fanno i cacchi loro. Con le case degli altri lui ci fa il comodo suo e sulla sua si fa i cacchi suoi. Fuori dal comando ..questi personaggi.......................

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog