Cerca

L'Italia con l'incubo lavoro: Fornero commissariata dall'Ue?

Il presidente della commissione Barroso avverte i paesi a rischio: un team di esperti dell'Unione lavorerà con il governo

L'Italia con l'incubo lavoro: Fornero commissariata dall'Ue?

Quando, nello scorso mese di novembre, una squadra di ispettori dela Bce era arrivata a Roma a "fare le pulci" ai conti del ministro Tremonti, i soliti benpensanti italici avevano chi alzato il sopracciglio, chi invece urlato alla solita vergogna per la Nazione, che veniva sorvegliata dai "vicini europei" come un vicino inaffidabile per colpa di un governo incapace.

Rischio commissione - A tre mesi da quella "scomoda visita", Berlusconi e Tremonti hanno ceduto il passo al professor Monti (presidente del Consiglio e ministro dell'Economia). Tutti a dire: altro clima, altra pasta. Qui da noi. Perchè in Europa continuano a tenerci sotto la lente. E poco importa se al posto di Sacconi, al Lavoro c'è Elsa Fornero. La quale può anche parlare e parlare come le piace fare, ma in Europa poco incanta. Tanto che il presidente della commissione Ue, Josè Barroso, ha proposto l'invio nel nostro paese (e in altri sei stati ad alta occupazione) di un team di esperti della commissione Ue che lavorerà con governi e parti sociali per creare occupazione anche con l'aiuto dei fondi europei non spesi. Troppo, dire che l'Europa commissaria il ministro Fornero?

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cerina

    01 Febbraio 2012 - 11:11

    Io non ne poso più di queste minestre di spessore, professoresse incapaci di vedere la realtà perché sempre vissute di teorie, economiche finché si vuole, ma solo teorie, senza una formazione politica e senza problemi da affrontare sul campo. Mi chiedo: come si può agire in un settore come quello del lavoro se non si hanno conoscenze dirette delle difficoltà, per carità non voglio dire che i vari ministri che si sono succeduti nei vari dicasteri fossero profondi conoscitori delle materie, ma almeno avevano un pò di conoscenza di politica e spesso professionisti.Questi sembra che arrivino da un altro pianeta, tutti tranquilli, con le manine misurate e poi.....fregature per noi. Se qualcuno pensa che la Fornero risolva i problemi del lavoro e della disoccupazione, lasci perdere. Questo è un Governo penalizzante per i cittadini ed i lavoratori, che ci carica di tasse, senza prospettive di crescita.Lo dicono anche gli esperti.

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    31 Gennaio 2012 - 13:01

    ce l'hanno promessa.Calmate le acque la vanno a prendere.

    Report

    Rispondi

  • fofetto

    31 Gennaio 2012 - 11:11

    Giuro, alle prossime votazioni io e mia moglie abbiamo già deciso: a Destra. Più in la. Non se ne può più di calabraghe e mostraculi. Forse con più forza la destra...

    Report

    Rispondi

  • liberal1

    31 Gennaio 2012 - 05:05

    a volte sono scelte impopolari ma spero che la ministra Formero abroghi l'art 18 se vogliamo più occupazione. Non bisogna aver paura se ci saranno scontri di piazza perché la contro partita e deve essere per legge dello stato centrale l'obbligo di dare più soldi in busta paga allora si nessuno si lamenterà e non farà scioperi e scontri di piazza. Debito pubblico o no la busta paga di ognuno di noi deve essere di 2800 euro al mese nette. Più economia e più entrate fiscali. MINITSTRO OSI OSI TANTO COME STA FACENDO NON VA BENE PER NESSUNO E ALLORA SIA IRRAGIONEVOLE E MENO TECNICA ABBANDONI IL VECCHIO MODO DI PENSARE E DI FARE ECONOMIA DEL LAVORO. PENSI A TUTTI QUELLI CHE HANNO FATTO LA STORIA CON IL LORO OSARE HANNO ADATTATO IL MONDO ALLA LORO VISIONE.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog