Cerca

Passera Per la corsa verso Palazzo Chigi sceglie come testimonial Roberto Saviano

Corradino mira al ruolo di premier, e per raggranellare consensi a sinistra si avvicina all'autore di Gomorra

Passera Per la corsa verso Palazzo Chigi sceglie come testimonial Roberto Saviano

Corradino Passera corre verso Palazzo Chigi. Non è una novità. Tra i palazzi della politica (e della finanza) lo si sussurra da tempo. Lo si sussurrava ancor prima che l'ex ad di Banca Intesa fosse reclutato da Mario Monti nella squadra del governo dei tecnici. Ora la corsa verso la presidenza del Consiglio intrapresa dal fu banchiere Passera si arricchisce di un nuovo dettaglio. Secondo quanto riportato da Dagospia, l'attuale superministro allo Sviluppo, avrebbe scelto come consigliere per la sua scalata l'autore di Gomorra, Roberto Svaiano.

Amicizia di vecchia data - Tra Passera e Saviano, negli ultimi giorni, ci sarebbero stati frequenti contatti: telefonate, messaggi, reciproci aggiornamenti. L'amicizia, tra i due, è di vecchia data. Risale almeno al 2010, a quando lo scrittore era ospite a Sabaudia nella villa di Claudio Toti affittata proprio da Passera. Il legame, secondo quanto riportato dai bene informati, sarebbe di natura strategica. I due, in buona sostanza, si compenserebbero. Passera infatti, poiché ex super-banchiere, non gode di particolari simpatie a sinistra. Corradino ha bisogno di un uomo immagine. E chi meglio (a sinistra) dell'alfiere della legalità Saviano?

Iperattivismo politico - Secondo quanto riportato da Dagospia, la prospettiva del tandem Passera-Saviano sarebbe quella di una coalizione pastrocchio, che tenga insieme fette di Partito Democratico e dell'Udc, al quale aggiungere alcuni transfughi del Pdl e della Lega Nord. Inosmma, uno schieramento con tutto e il contrario di tutto. Chi avrebbe mostrato di non gradire affatto l'iperattività politica di Passera è il premier, Mario Monti, che però già pensa alla sua prossima sfida: la conquista del Quirinale che presto verrà lasciato da Giorgio Napolitano.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • piccioncino

    01 Febbraio 2012 - 19:07

    L'Italia ha bisogno ben altro..che di finte sacralità..all'amatriciana..Necessita di.. lucidi, determinati, coraggiosi, innovativi..personaggi..in grado di tenere in mano il pallino..con le unghie, il cervello ed i denti..Questi ..sono solo dei modesti esaltati..un po' spocchiosi,..adattatori..al conformismo dilagante..

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    01 Febbraio 2012 - 19:07

    la doppieta ci vule la doppietta nel senso metaforico naturalmente.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    01 Febbraio 2012 - 19:07

    Lei fa domande pleonastiche. :)

    Report

    Rispondi

  • POLICE 50

    01 Febbraio 2012 - 19:07

    Se il Corrado Passera di cui si parla e' lo stesso processato nel 1999 dal Tribunale d'Ivrea per aver organizzato, in qualita' di AD di Olivetti spa, in concorso con altri, una contabilita' artificiosa e parallela (diciamo falsa). Reato ammesso , patteggiamento della pena e condanna passata in giudicato.Se qualcuno e' a conoscenza del fatto, certamente il re della legalita', ovvero Saviano, lo ignora o fa finta di ignorarlo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog