Cerca

Rutelli non poteva non sapere Ecco perché

Carra e Lusetti portarono la Margherita in tribunale per i bilanci. Tutti all'oscuro dei traffici di Luigi Lusi? Difficile crederlo

Rutelli non poteva non sapere Ecco perché

Ma quelli che furono i vertici della Margherita davvero potevano non sapere dei traffici di Luigi Lusi, l'ex tesoriere che fece sparire 13 milioni di euro? Difficile, difficilissimo sostenerlo. La prima considerazione è relativa al fatto che nel 2009 qualcosa convinse Lusi a riportare in parte il denaro in Italia sfruttando lo scudo fiscale: un'operazione acrobatica che è arduo ipotizzare che il tesoriere fece in totale autonomia. Ma vi è poi un'altra circostanza ancora pià sospetta. Lo scorso luglio alcuni parlamentari che facevano parte della Margherita si rivolsero al tribunale civile impugnando la validità dei rendiconti relativi al 2009 e al 2010. Appare difficile credere che anche in quell'occasione, i vertici della Margherita (il presidente Francesco Rutelli, il presidente dell'assemblea Enzo Bianco e il presidente della Tesoreria Gianpiero Bocci) non avessero chiesto conto a Lusi di quanto stava accadendo. E ancora, lo scorso 15 luglio, dopo aver scoperto che erano stati pubblicati i bilanci degli ultimi due anni, i parlamentari Enzo Carra, Renzo Lusetti, Calogero Piscitello, l'ex coordinatore regionale lombardo Battista Bonfanti e Carmine nuccio hanno presentato ricorso. citando "l'Associazione denominata Democrazia e Libertà - La Margherita"- Nella loro memoria spiegavano che "nessun rendiconto poteva essere stato approvato dal momento che è l'Assemblea federale, per espressa disposizione statuaria, a doverlo fare e noi che ne facciamo parte non siamo mai stati covocati. Per questo deve essere  dichiarata agli atti". In sostanza è il partito ad essere stato citato in giudizio, e non può dunque essere stato Lusi a scegliere la linea da seguire. Difficile credere che nessuno sapesse, dal momento che Carra e Lusetti hanno portato la Margherita in tribunale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ovidioeduardomonaco

    02 Febbraio 2012 - 15:03

    Come non dar ragione a Beppe Grillo, sul finanziamento pubblico!!!!! Questi Ladri ci stanno spogliando vivi!!! Che gli svergognati si vergognino !!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • sorciverdi

    02 Febbraio 2012 - 14:02

    Che questa sia una nuova puntata del malaffare di sinistra penso che l'abbiano capito tutti fuorché Rutelli che o c'è o ci fa. Chiaramente alla sinistra tutta questa storia fa venire la pellagra ma deve capire che sono finiti i tempi del primo della classe che tira la riga verticale alla lavagna e scrive BUONI da una parte, CATTIVI dall'altra e mette gli amici nella prima colonna e gli altri, i nemici, nella seconda. La sinistra se vuole avere ancora un briciolo di credibilità deve chiudere il pugno ma non per alzarlo cantando Bandiera Rossa quanto per batterselo sul petto ed ammettere, meglio tardi che mai, che non ha quella supremazia morale che tanto ha decantato per decenni. Quando ci saranno riusciti, forse riusciranno a diventare un partito normale...ma non prima di aver cambiato la propria intera classe dirigente e ripudiato i metodi da Ceka che da sempre li contraddistinguono.

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    02 Febbraio 2012 - 14:02

    si dimezza il parlamento ... finalmente!

    Report

    Rispondi

  • gibuizza

    02 Febbraio 2012 - 14:02

    Si possono avere i commenti dei parlamentari PD al decreto sullo "Scudo Fiscale" presentato dal governo Berlusconi? Si può, subito dopo, sapere quanto hanno "scudato" i partiti (per primo il PD)?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog