Cerca

Il premier strapazza la sinistra: rovinati dal buonismo

Monti vuole mettere mano il prima possibile alla rifoma del mercato del lavoro e l'articolo 18.

Il premier strapazza la sinistra: rovinati dal buonismo

Mario Monti accelera e taglia i tempi. L'obiettivo è mettere mano il prima possibile a mercato del lavoro e articolo 18. "Avere la sfida del cambiamento di lavoro nel corso della propria vita - ha spiegato il premier su RepubblicaTv - è una cosa positiva, è una cosa che stimola, per arrivare a dare un lavoro ai giovani bisogna tutelare un po' meno chi è già molto tutelato, quasi blindato nella cittadella, mentre c'è chi si trova quasi in una situazione di schiavitù, in una forma estrema di precariato". Quindi il prof getta la maschera e detta i tempi. L'intenzione è quella di correre il più possibile, anche sull'articolo 18, che così come viene applicato oggi "scoraggia gli investimenti" e di conseguenza "crescita e occupazione". "Stiamo vedendo al tavolo sulla riforma del lavoro come si può contemperare la garanzia del rispetto di certi diritti del singolo lavoratore con forme che non scoraggino le imprese dall'assumere maggiormente e dobbiamo anche compararci con il piano internazionale". Quindi per "fine marzo" Monti fissa "il termine che il governo si è dato per il varo della riforma". Parole decise e che, almeno nelle intenzioni, lasciano intendere di voler mettere profondamente mano allo stagnante mercato del lavoro italiano. Un discorso da uomo di destra, quello del premier Monti.

Mobilità e cambiamento - Monti poi torna sulla sua battuta che aveva messo nel mirino sempre l'articolo 18, quella sul posto fisso che è "noioso". Uno scivolone da qualunque punto lo si guardasse. Gli italiani, ha spiegato il prof, non hanno capito la battuta forse perché "hanno troppa paura del cambiamento". La spiegazione data dal premier con il vizietto del motto di spirito rischia piuttosto di essere un nuovo scivolone. Soprattutto perché intorno a lui tutto continua a traballare (tranne il suo, di posto fisso: quello di senatore a vita). "Una frase come quella, presa fuori dal contesto, può prestarsi a un equivoco", ha aggiunto Monti a proposito della "monotonia del posto fisso". "Se intendiamo per 'fisso' un posto che ha una stabilità e tutele, certo è un valore positivo". Il punto, sottolinea, è che i giovani devono abituarsi all’idea di non avere un posto fisso per tutta la vita, come capitava alla mia generazione o a quelle precedenti, un posto stabile presso un unico datore di lavoro o con la stessa sede per tutta la vita o quasi". Meglio dunque "abituarsi a cambiare spesso luogo o tipo di lavoro e Paese. Questo - continua Monti - non è da guardare con spavento, come una cosa negativa. Gli italiani e i giovani hanno in genere troppa diffidenza verso la mobilità e il cambiamento".

Più tutele - Oltre alle bacchettate, il prof, riserva anche qualche zuccherino alle nuove generazioni. "Per arrivare a dare un lavoro ai giovani bisogna tutelare un po' meno chi è già molto tutelato, quasi blindato nella cittadella, mentre c'è chi si trova quasi in una situazione di schiavitù, in una forma estrema di precariato", ha continuato davanti alle telecamere di RepubblicaTv. "Creare lavoro per i giovani è l'obiettivo centrale di tutta la politica economica e sociale del governo, se ci si riesce e ci vorrà del tempo, ma questo non significa che i giovani debbano e possano avere quel lavoro per tuttta la loro esistenza, il cambiamento è da guardare positivamente e non negativamente".

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • UNGHIANERA

    04 Febbraio 2012 - 15:03

    Volesse il cielo che le tue risposte a me e a chiunque venissero coglionate! Saperti italiano mi da il bruciaculo,quello che è spaventoso è che sei talmente supponente da non capire che opti favorevolmente per Monti messo al governo da Berlusconi! Una persona normale,abituata a rapportare con chiunque ogni giorno e con la licenza di terza media in tasca avrebbe capito dopo questa spiegazione e guardando le politiche del governo Monti,il quale Monti sta proseguendo quello che Berlusconi aveva tracciato,per filo e per segno,e dunque non è un nuovo governo a governarci ma il vecchio con Monti,VOLUTO E MESSO LI DA SILVIO! Ora,che tu sia felice per il solo fatto che a fare le cose che voleva fare Silvio sia Monti a farle fa capire all'amico con la licenza di terza media o a quello con la licenza elementare quanto sei in conflitto con la ragione!E voglio essere educato per una volta,magari non sei portato per certe cose,ed io pensavo che la tua fosse solo ironia...o senilità!

    Report

    Rispondi

  • dicocomelapenso

    04 Febbraio 2012 - 14:02

    ma quanti siete ormai, in tre? Io sto con Monti dal primo momento, perche', sia pure con qualche forse inevitabile errore, qualche eccesso e qualche autocompiacimento di troppo, sta facendo finalmente quello che si sarebbe dovuto fare da un pezzo e che il buffone da lei idolatrato non ha nemmeno lontanamente pensato di fare, indaffarato come era tra i suoi affari personali e le mignotte minorenni. E ora basta a risponderle, poiche' non ne vale la pena, come ho detto i fanatici sono molto peggio deii fessi.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    04 Febbraio 2012 - 14:02

    Ho ascoltato Monti parlare di buonismo e di generosità.... i cittadini però hanno ben capito che le parole buonismo e generosità sono solo dei termini SOFT per indicare invece LA BESTIALE CONVENIENZA ELETTORALE DEL MOMENTO !! Convenioenza elettorale ''solo momentanea'' perchè non c'è maggior ODIO di quello di chi si sente tradito... e PD e PDL in quanto maggiori partiti ci hanno TRADITI PER DECENNI, in più non hanno nemmeno COSTRUITO nulla di nuovo e di utile. ALLE PROX ELEZIONI CANCELLARE PD E PDL SARA' LO SCOPO PRINCIPALE DI CHI ANDRA' A VOTARE, SE AVRA' CERVELLO E SE SA' ODIARE E DIFENDERSI. E se non si troverà un'altrnativa valida E' MEGLIO NON VOTARE AFFATTO.

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    04 Febbraio 2012 - 12:12

    Non preoccuparti,i lettori di Libero e coloro che sono favorevoli alle politiche di Berlusconi hanno capito da un pezzo,forse sarebbe ora che le giravolte la smettessero di farle quelli come te,in quanto dopo avere plaudito il governo Monti alla sua apparizione e capito ora che Monti altro non è che Berlusconi travestito da benpensante schifato dalla gnocca,sbattono il cranio in ogni angolo che trovano,con relative cadute,capriole, e perdita di coscienza! Ancora una volta ve lo ha infilato nel culo e voi ve lo siete goduto per un pezzo!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog