Cerca

Fini e Casini hanno fifa di sparire: allarme rosso nel Terzo Polo

Berlusconi vuole un accordo con il Pd sulla nuova legge elettorale: il Terzo Polo rischia di evaporare e vuole il proporzionale

Fini e Casini hanno fifa di sparire: allarme rosso nel Terzo Polo

Silvio Berlusconi in un colloquio con Libero apre a un accordo con il Pd per una nuova legge elettorale: nel Terzo Polo scatta l'allarme. La mossa del Cavaliere, che cerca l'intesa con la sinistra, avrebbe per Casini, Fini e Rutelli l'effetto di una bomba: un accordo tra i due principali partiti elettorali sulla legge elettorale rischierebbe di spazzare via il Terzo Polo, di tagliarlo fuori. Timori che condividono anche l'Idv di Di Pietro e Sinistra e Libertà di Vendola, due partiti che il Partito Democratico, al di là delle dichiarazioni di facciata, vorrebbe tagliare fuori dalla contesa elettorale.

L'ironia dei centristi - "Dobbiamo dialogare con il Pd, e non solo sulle legge elettorale. Bisogna lavorare con loro anche per le altre riforme istituzionali". Così Berlusconi: frasi che fanno sudare freddo Pier Ferdinando Casini e Gianfranco Fini. Il Terzo Polo teme un'accelerata netta verso il bipolarismo, e da par suo insiste invece per puntare su una legge elettorale che preveda il sistema proporzionale. Nell'Udc ha parlato Lorenzo Cesa, che ha scelto il registro ironico: "Finalmente Berlusconi capisce che i comunisti non esistono più e che Pd e Pdl devono collaborare". L'Idv invece ha più paura, o quantomeno la esterna senza patemi, e Belisario attacca: "Quello tra Pdl e Pd sarebbe un accordo truffa". Ironico infine anche Carmelo Briguglio di Futuro e Libertà: "Un superaccordo con Bersani? Saremmo al compagno Silvio...". Ma l'ironia nasconde la paura di sparire dei partiti più piccoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 19gig50

    06 Febbraio 2012 - 22:10

    basta con la miriade di partitini inutili che si credono importanti come la mosca cocchiera. La loro esistenza mette in crisi l'economia nazionale con l'obbligo di doverli sovvenzionare. Se non hanno voti andassero a fare un altro lavoro (quei due potrebbero andare a spalare immondizia a Napoli) PS: non sapete cos'è la mosca cocchiera? E' quella mosca che abituata a stare sulla mer..., un giorno si trovò, per caso, sul cocchio trainato da un cavallo e credette di essere lei a guidarlo.

    Report

    Rispondi

  • Libero Di Rino (LDR)

    06 Febbraio 2012 - 21:09

    Sono due dei tanti affaristi che prendono in giro gli elettori. Casini è diventato un esperto falso monaco e come ha sempre detto lui "AGO DELLA BILANCIA". Fini è colui che si è bruciato ingenuamente pur di difendere la seconda sua compagna che essendo molto giovane l'ha fatto rimbambire per realizzare gli affari in famiglia. Chissà se ora sarà un pentito!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • Foxboy

    06 Febbraio 2012 - 20:08

    Ottima cosa la soglia di sbarramento, il bipolarismo, e tutte le altre belle formule per calcolare la forza in parlamento/finanziamenti.... ma c'è un piccolo problema di base... Sono sempre i soliti politici che ci hanno fregato per bene da tantissssssimi anni. Come la mettiamo? Come diceva un personaggio tanti anni fa:" Meditate gente, meditate"

    Report

    Rispondi

  • marino43

    06 Febbraio 2012 - 20:08

    Tutti gli UNGHIANERE!!! ahahahah.......ahahahaha........ahahahaha ma non era il migliore di tutti?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog