Cerca

Pdl: "Fosse successo a noi ci avrebbero massacrato"

Bondi crede nella buona fede di Rutelli, ma punta l'indice contro la sinistra: "Cerca sempre di allontanare ogni sospetto"

Pdl: "Fosse successo a noi ci avrebbero massacrato"

Il caso Lusi? "Fosse accaduto a noi ci avrebbero massacrati, si sarebbe scatenato l’inferno. Credo nella buona fede di Rutelli, ma a parti invertite credo ci avrebbero già condannato per indegnità morale", commenta Sandro Bondi, senatore del  Pdl ed ex ministro della Cultura alla Zanzara su Radio 24, la vicenda dell'ex tesoriere della Margherita che ha sottratto 13 milioni di euro dalle casse del partito. “La sinistra - puntualizza Bondi - è inflessibile con gli altri ma cerca sempre di allontanare ogni sospetto. Vogliono sempre dimostrare la loro presunta superiorità morale".

Con i "rottamatori" - Intanto c'è chi tira in ballo nell'affaire Lusi anche il sindaco di Firenze, Matteo Renzi. "Chi chiede di interrompere il finanziamento pubblico ai partiti, dovrebbe dire con più chiarezza e trasparenza da dove arrivano i fondi che spende", tuona il consigliere regionale del Pdl Giovanni Donzelli. "Se il rottamatore vuole avere un minimo di credibilità ci dica chi sono i suoi sponsor economici, e se è mai stato 'Lusi-ngato'". Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale del Pdl Giovanni Donzelli. L'esponente Pdl interviene in merito a una domanda di attualità presentata da Giovanni Galli, capogruppo della Lista Galli cittadini per Firenze, a cui oggi ha risposto il portavoce del sindaco spiegando che "il senatore Luigi Lusi non ha dato alcun sostegno economico all'evento del 'Big Bang'", la convention dei 'rottamatori', "che si è svolto alla Leopolda nell'ottobre scorso, ma solo politico". Secondo Donzelli "Renzi, che da Lusi è stato sostenuto politicamente e ufficialmente per il Big Bang, e che con Lusi condivide il passato ai vertici scout dell'Agesci e l'appartenenza alla Margherita, continua a non rispondere nè personalmente nè chiaramente su eventuali finanziamenti per la sua attività politica da parte dell'ex tesoriere del suo partito di origine". Donzelli aggiunge che "ci è stato detto ben poco fino a ora, ci è stato detto che Lusi ha sostenuto solo politicamente il Big Bang, ma non sappiamo ancora se ha contribuito in passato a iniziative politiche di Renzi o, per esempio, alle sue campagne elettorali per le primarie nel 2009".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • corto lirazza

    07 Febbraio 2012 - 11:11

    ma in questo paese ce n'è per tutti...

    Report

    Rispondi

  • antari

    07 Febbraio 2012 - 10:10

    e il pio Bondi ha perfettamente ragione! Ve lo immaginate uno che nel PdL ruba SOLO tredici milioni???? [a volte un po' di humor non guasta]

    Report

    Rispondi

  • fanellim

    06 Febbraio 2012 - 22:10

    no!! basta con queste ipocrisie, non può essere buona fede, Rutelli o sapeva o non è in grado di svolgere incarchi pubblici per carenza di requisiti psico attitudinali e culturali

    Report

    Rispondi

  • violacea

    06 Febbraio 2012 - 19:07

    oggi ho sentito che la madonnina piangeva lacrime di sangue quando e' salito il governo prodi dei prodi ladri!!!! a lui dobbiamo la rovina!!! ci ha svenduto x una montagna di euro di carta straccia!!! e adesso ne vediamo il risultato!!! komunisti e ladri tutti falsi e finti santoni del portafoglio !! il nostro!!!!!!! che fine diamo ai ladroni?????

    Report

    Rispondi

blog