Cerca

La mossa di Silvio: ma voi siete d'accordo? Votate il sondaggio

Dibattito sull'intesa Berlusconi-democratici sulla riforma elettorale. D'accordo il 58% dei lettori: tutto pur di far fuori i partitini. Votate

La mossa di Silvio: ma voi siete d'accordo? Votate il sondaggio
Pur di far fuori dal parlamento i “pesi morti” Fini, Casini e Di Pietro va bene anche allearsi con la sinistra. I lettori di Liberoquotidiano.it dicono sì alla pazza idea di Silvio Berlusconi, che ha ipotizzato un accordo con il Pd per riscrivere una legge elettorale in chiave bipartitica: alle 19 di ieri sera il 58% degli utenti che hanno partecipato al nostro sondaggio si sono detti favorevoli alla strategia del Cavaliere, mentre solo il 42% ha risposto con un no.

Dato per certi versi sorprendente, visto che su quasi tutti i temi in agenda le posizioni di Bersani e dei democratici sono viste come fumo negli occhi dagli stessi elettori di centrodestra. Ma in questo caso si può soprassedere. La posta in gioco, infatti, è altissima: migliorare l’architettura istituzionale italiana, per usare le parole più volte pronunciate dallo stesso Berlusconi. Si può anche accettare l’inciucio tra Pdl e Pd, hanno scritto molti commentatori, tanto più che si otterrebbe come effetto collaterale un handicap non da poco per chi, come Fini, Di Pietro e lo stesso Bossi, ha spesso giocato sul fatto di pesare in Parlamento molto più di quanto non conti effettivamente nelle urne.



Sbarramento - Per porre rimedio agli squilibri parlamentari e ai poteri di veto in aula da parte di esigue fazioni, i lettori di Liberoquotidiano.it chiedono una soglia di sbarramento altissima. Adrico si dice disposto ad accettare la strategia del Cav “...solo se con la legge elettorale nuova eliminano i partitini, ovvero portino al 10 per cento almeno l'asticella. L'elettore è stanco di vedere partiti con lo 0,04...”. Guidoboc alza quell’asticella: “Solo con sbarramento al 15/%”. Machiavellicamente, comunque, il fine giustifica i mezzi. “Si tratta di fare ciò che serve al Paese - scrive Graziella Saieva -. Partitini di mediocre-basso livello come Fli, Idv, Sel incartano l’Italia relegandola ad un ruolo mediocre. Fa bene il Cavaliere a trovare un accordo con le forze politiche più rappresentative”. E mentre giannistecca spera “di arrivare un domani ad un sistema all’americana con un partito di destra e uno di sinistra, chiamateli democratici e repubblicani, chiamateli conservatori e progressisti”, brunero48 intravede nel grande accordo Pdl-Pd scenari quasi da “grande coalizione alla tedesca”: “Continuare a farsi la guerra su tutto non giova a nessuna delle due parti, tantomeno al Paese. Gli italiani ormai hanno perso tutta la fiducia nei partiti. In tutti i partiti. Un accordo tra le due parti su pochi importanti temi, un accordo siglato con la massima trasparenza e senza furbizie potrebbe ridare alla classe politica quel minimo di affidabilità necessaria per presentarsi di fronte al giudizio degli elettori.

 

No a Bersani - Non tutti però nutrono tanto ottimismo. C’è chi, come wilegio pensa che “Lasciar fuori i partitini” sia una “pia illusione”: “tanto poi rinascono come costole che si distaccano dal grosso partito per cui lei ha votato, vedi il caso di Idv. Io credo che allearsi col Pd sarebbe l'ennesimo, e probabilmente definitivo, tradimento del Cav nei confronti dei suoi elettori”. A non andar giù a quel 42% che ha risposto no al sondaggio è proprio la controparte del Pdl, il Partito democratico: per louiscicca tendendo la mano a Bersani Berlusconi si dimostrerebbe “debole”, alleandosi con quegli avversari che “non facevano altro che dire ’fate passi indietro’ ma non proponevano niente”. Più laconico (e ironico) maumau65. Il suo “Ragazzi, ma siam pazzi?” pesa più di ogni raffinato ragionamento politologico.

di Claudio Brigliadori

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dukamax

    08 Febbraio 2012 - 08:08

    Potrebbe servire ed essere magari anche utile uno sbarramento al 15%; certamente così si eliminerebbero tanti ...... che ad oggi hanno reso l'Italia ingovernabile. Certamente una política all'americana rappresenterebbe un grossissimo passo avanti nella democrazia. Ricordiamoci però che siamo italiani, siamo bravi nell'aggirare gli ostacoli! Crediamo veramente che rinuncerebbero sul serio al finanziamento pubblico? Crediamo davvero nell'alternanza? Crediamo davvero che siano intenzionati a fare una volta per tutte gli interessi della ns. Nazione? Bene! Modifichiamo la legge elettorale, azzeriamo però anche tutti i benefici non solo dei parlamentari, ma soprattutto degli ex-parlamentari, eliminiamo, azzeriamo, cancelliamo l'immunità di godono, sono cittadini come noi e come noi devono sottostare alle leggi che ci guidano. Perché dobbiamo aspettare che una commissione parlamentare decida di far giudicare uno di loro, si proteggeranno sempre. Due legislature, poi a casa se bravo vedremo!

    Report

    Rispondi

  • delta40

    07 Febbraio 2012 - 22:10

    Non è sufficiente cambiare llegge elettorale,si deve modificare anche l'art 67 della Costituzione per evitare il turismo dei parlamentari e inoltre valutare se è realistico avere un Gruppo Misto che non si sa chi rappresenta se non gli stessi iscritti.

    Report

    Rispondi

  • pierinod

    07 Febbraio 2012 - 21:09

    Il patto si può e si deve fare anche con il diavolo, pur di cambiare questa finta democrazia, e questo finto parlamento dove i cosidetti 'rappresentanti del popolo' il giorno dopo le elezioni sono disposti a vendersi al miglior offerente pur di poter continuare a fare i loro porci interessi personali. Se si riesce a diminuirne il numero (almeno dimezzarli) e per una volta ad eliminare i soliti atteggiamenti ricattatori delle solite minoranze cialtrone che hanno fatto e disfatto tutti i governi (di destra o sinistra) di questi ultimi vent'anni, allora forse e la volta buona... per dare una dignità alla democrazia italiana. Tanto peggio di così! Che cosa abbiamo da perdere? Questa la chiamate democrazia? Io la chiamerei 'commedia del ricatto all'italiana'

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    07 Febbraio 2012 - 21:09

    Credevo che ti interessasse parlare di politica,e riderci sopra,ma invece:stai tentando di fare il furbo con me?Guarda che non ti riesce tanto bene,dai l'idea di un rincitrullito come Marino43. Salvador Dalì anche se scritto velocemente e male è una delle materie a me più congeniali bischero,e non ho bisogno di copiare niente della sua vita.Piuttosto,vedo che anche tu sai di cosa parlo quando nomino Siffredi,evidentemente sei un suo fans,e anche tua moglie o la tua compagna lo è,te lo mette in visione prima di andare a letto ogni volta che gli fai capire che hai voglia di sfregolare il tuo pisellino,e lei ti fa guardare il video per spiegarti come fare!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog