Cerca

I tagli del professore matto: "Restituire tutti i regali"

La pseudo-sforbiciata di Monti all Casta: "Per la presidenza e per il ministero Economia stop pure a convegni inutili"

I tagli del professore matto: "Restituire tutti i regali"

Eccoli, i tagli alla casta del professor Monti. Il governo ha diramato una direttiva ai dirigenti degli uffici e dei dipartimenti della Presidenza del Consiglio e del Ministero dell'Economia (una piccola, piccolissima fetta di Casta, dunque). E cosa prevede la terribile direttiva del professore? L'obbligo di restituire i regali. Una cura dimagrante che lascia spiazzati. Il documento diffuso dalla presidenza del Consiglio, inoltre, prevede lo stop alle spese di rappresentanza e all'organizzazioni di "convegni inutili". Nel dettaglio, per quel che concerne la restituzione dei doni, "andranno restituiti o ceduti all'amministrazione di appartenenza i regali con un valore superiore a 150 euro". Tagli alla Casta? No: un contentino, una mezza presa in giro.

"Restituire i regali" - Il Presidente del Consiglio - si legge nella nota diramata dalla presidenza del Consiglio - in considerazione della primaria esigenza di rispettare gli obiettivi di finanza pubblica, ha diramato istruzioni per assicurare l’economicità e l’efficienza nell’azione amministrativa a tutte le strutture che dipendono dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e dalla Presidenza del Consiglio. Il fine - prosegue la nota - è di assicurare non solo la puntuale e sicura osservanza dei limiti di spesa fissati dalle norme, ma anche di evitare spese non indispensabili o non ricollegabili in modo diretto ed immediato ai fini pubblici assegnati alle singole strutture amministrative, astenendosi dall’effettuare spese di rappresentanza, ed evitando di organizzare convegni, o altri eventi non strettamente indispensabili. Infine è stata ricordata l’esigenza di osservare scrupolosamente le disposizioni contenute nel codice etico di ciascuna amministrazione, con particolare riferimento a quelle relative al divieto di accettare regali e omaggi di qualsiasi natura di valore superiore a 150 euro, tali da non poter essere interpretati, da un osservatore imparziale, come finalizzati ad acquisire vantaggi in modo improprio. In ogni caso, i regali di valore superiore devono essere restituiti, ovvero ceduti all’Amministrazione di appartenenza".

"Stop ai convegni"
- La direttiva del professore prosegue sottolineando che "inoltre è necessario evitare l’organizzazione di convegni, celebrazioni, ricorrenze e inaugurazioni, anche quando questi ultimi costituiscano tradizionali impegni della Struttura che li indice. Del resto, oltre al costo inerente alle spese sostenute, deve tenersi in debito conto la circostanza che la stessa organizzazione e partecipazione a tali eventi sottrae numerosi dipendenti, ad ogni livello, al quotidiano impegno lavorativo.   Nell’ipotesi che un’attenta valutazione del rapporto costi - benefici faccia comunque propendere per l’organizzazione dell’evento, comunque previa espressa autorizzazione, si utilizzerà di norma la giornata del sabato e si avrà cura di evitare qualsiasi spesa, anche utilizzando strutture interne all’Amministrazione".

Il codice etico - Infine Monti si spende i un richiamo alla necessità "che vengano scrupolosamente osservate le disposizioni contenute nel codice etico di ciascuna amministrazione, con particolare riferimento a quelle relative a regali ed omaggi.   A tale proposito i dipendenti delle Strutture in indirizzo si atterranno, salvo eventuali disposizioni più restrittive già adottate, alle prescrizioni recate al riguardo dal codice etico vigente per i dipendenti del Ministero e dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato". In sostanza, i destinatari "non accettano, per sè e per altri, beni materiali, quali regali o denaro, nè beni immateriali o servizi e sconti per l’acquisto di tali beni o servizi o qualsiasi altra utilità, diretta o indiretta, da soggetti (persone, Amministrazioni, Enti, Società) in qualsiasi modo interessati dall’attività del Mef che eccedano il valore di 150 euro".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fabrizioch

    10 Febbraio 2012 - 22:10

    quindi i regali fino a 149 euro si possono fare, si devono fare per ungere, per spingere pratiche, favoritismi.........è una specie di legalizzazione alla corruzione??? Basta professore, faccia tagli VERI, dimezzi gli stipendi di questi fannulloni (chi rischia la vita tutti i giorni, come i sommozzatori del Giglio,o i vigili del fuoco con la neve, o tanti altri) percepiscono molto meno, dimezzi la spesa ........I regali dovevano essere vietati già da 0,10 centesimi

    Report

    Rispondi

  • fabrizioch

    10 Febbraio 2012 - 22:10

    quindi i regali fino a 149 euro si possono fare, si devono fare per ungere, per spingere pratiche, favoritismi.........è una specie di legalizzazione alla corruzione??? Basta professore, faccia tagli VERI, dimezzi gli stipendi di questi fannulloni (chi rischia la vita tutti i giorni, come i sommozzatori del Giglio,o i vigili del fuoco con la neve, o tanti altri) percepiscono molto meno, dimezzi la spesa ........I regali dovevano essere vietati già da 0,10 centesimi

    Report

    Rispondi

  • corindia

    10 Febbraio 2012 - 09:09

    Anche questa ultima trovata del sobrio Monti ci fa piu' sorridere che rincuorare sul proposito di dare una dimostrazione di risparmi della casta...E' arrivato l'ordine di restituzione di tutti quegli omaggi sicuramente molto costosi che molti parlamentari ricevono: Ottima cosa ma io mi domando: chi e' che controlla questa restituzione? Dovra' essere creato un organo ad hoc? Allora mi propongo per farne parte, perche' come ONESTA cittadina ho il diritto di sapere se detti parlamentari assolvono questa richiesta e penso che nessuno meglio di un cittadino qualunque puo' essere al di sopra di sospetti e accertare la effettiva esecuzione di detta ordinanza...

    Report

    Rispondi

  • indignata.it

    09 Febbraio 2012 - 21:09

    Monti vorrebbe dare un codice etico a quella banda di ladri??? L'unico modo per far si che riducano gli sprechi è ridurre drasticamente gli stanziamenti in bilancio,visto che la camera e il senato sono autonomi,decideranno loro come spenderli!!!Monti si dia da fare è l'unica cosa che aspettano gli Italiani !!! dopo il salasso !! Con loro se ne vanno i nostri soldi e le nostre speranze di migliorare!!!MONTI SI AFFRETTI ,questi sono voraci più di un'invasione di cavallette !!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog