Cerca

Monti fa l'americano: "Cambio pure gli italiani"

Il premier intervistato dal Time: "Voglio cambiare il modo di vivere degli italiani". Il settimanale s'interroga: "Lui l'uomo che potrà salvare l'Europa?"

Monti fa l'americano: "Cambio pure gli italiani"

Mario Monti l'americano va negli Usa, a casa di Barack Obama, con cui si confronterà sulla strategia italiana per riconquistare la fiducia dei mercati grazie al piano di riforme e sull'intesa fiscale tra i due paesi. Il settimanale statunitense Time, con perfetto tempismo, gli dedica una copertina che pone al pubblico l'interrogativo: "E' lui l'uomo che può salvare l'Europa?". All'interno una lunga e dettagliata intervista, in cui Mario l'americano alza sempre più in alto l'asticella dei suoi obiettivi, non solo politici. Così, dopo aver annunciato (in Italia) di voler smantellare l'articolo 18, ora il premier vuole essere principio e ispirazione di una sorta di rivoluzione sociale. All'intervistatore che gli chiedeva se il suo governo stia in qualche modo cercando di modificare il modo di vivere degli italiani, ha risposto: "Lo spero, perché altrimenti le riforme strutturali sarebbero effimere e non durature". E ancora: "La vita politica quotidiana ha diseducato gli italiani. Dobbiamo dare un senso di meritocrazia e concorrenza".

"L'uomo più importante d'Europa" - Monti, definito dal Time "un primo ministro per tempi disperati", secondo il settimanale "parla con frasi secche e senza la retorica classica dei politici americani, come se fosse ancora il professore di economia che era fino a 4 mesi fa". L'articolo di Michael Schuman, dove viene celebrato l'italiano che vuole cambiare gli italiani, ha un titolo che dice tutto: "L'uomo più importante d'Europa". Monti l'americano ha conquistato gli yankee...

Cavaliere riablitato - Il Time nell'articolo riabilita anche Silvio Berlusconi, spiegando che il sostegno del Cavaliere "al governo tecnico guidato da Monti contribuisce a fargli guadagnare terreno nella sua credibilità, reputazione e autorevolezza come uomo di stato a livello internazionale". E Monti conferma: "Berlusconi ora capisce che sta guadagnando terreno nella sua credibilità, reputazione e autorevolezza come uomo di stato a livello internazionale, man mano che sembra favorire questa evoluzione e trasformazione in Italia, cosa che naturalmente accolgo con favore".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frank-rm

    11 Febbraio 2012 - 08:08

    Dopo aver incassato la fiducia di Obama, Monti si è recato anche a Wall Street per convincere la finanza americana all'acquisto di titoli italiani. Vuoi mettere, dico io!!! Ci fosse andato Berlusconi con due barzellette avrebbe convinto gli investitori a venire in Italia e magari investire sulla riapertura delle case chiuse: "Pork's House Corporation".

    Report

    Rispondi

  • Melzi d'Eril

    10 Febbraio 2012 - 10:10

    La riabilitazione di Berlusconi citata in questo articolo è quanto di più comico si sia potuto leggere in questo secolo. L'avvocato Ghedini si lamenta per l'alto numero di processi pendenti per il suo assistito. Avrebbe potuto difendere ladruncoli o piccoli spacciatori, invece ha voluto difendere Al Capone. Adesso che è stato riabilitato, può sperare che in tutto, fra frode, evasione fiscale, corruzione di testimoni e sfruttamento della prostituzione, se la cavi con meno di 20 anni.

    Report

    Rispondi

  • bombadil

    10 Febbraio 2012 - 07:07

    A me sembra che il super presidente professore incarni egregiamente l'italiano da cambiare:colui che come milioni di altri scaldasedie arraffa lo stipendio senza fare un bel niente,nello Stato, compreso ovviamente il suo maggiore sponsor sul colle vero emblema della inettitudine e dello spreco.Gli i taliani producono PIL incessantemente e costoro altrettanto incessantemente e anche di piu'lo sprecano e ne derubano la maggior parte.Io lavoro come un pazzo e pago le tasse e poi devo anche sorbirmi i rimbrotti di questi cialtroni della repubblica..per favore...

    Report

    Rispondi

  • ercole.bravi

    10 Febbraio 2012 - 07:07

    Siam messi peggio di come si pensi, questo abbraccio mortale del nuovo premier (in giro per il mondo a rassicurare di volta in volta il FMI o l'europa delle banche, veri padroni della ferriera e causa di questa crisi) ci farà respirare lo stretto necessario per dare linfa nuova alla macchina dei padroni del mondo. Siamo come fonte di energia in matrix, senza se e senza ma. Un banchiere che va a fare visita al presidente degli stati uniti, nazione causa di tutte le tragedie economiche e altre di questo ultimo periodo ( e mi fermo al 2008), e che ha il barbaro coraggio ( il presidente maggiordomo di colore) di elogiare la spremitura all'inverosimile di una nazione allo stremo, la dice lunga sul concetto che essi hanno di libertà e di economia. Monti non piace e nemmeno l'accozzaglia di ipocriti professoroni sedutisi accanto. Non mi piace il parlamento pecora che per evitare di sporcarsi le mani manda avanti un automa che promette addirittura di cambiarci.....sono alla frutta!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog