Cerca

Sondaggi, democratici giù: -1,4%

Per il Tg di La7 il partito di Bersani scende al 27,6%. Il Popolo della libertà resta stabile al 23,5%, la Lega sale al 10,4

Sondaggi, democratici giù: -1,4%

Non bastasse la "scuffia" subita alle primarie di Genova, dove il candidato vendoliano ha sbaragliato il sindaco uscente Marta Vincenti, anche i sondaggi dicono che per il partito di Pierluigi Bersani non è un bel periodo. Nel consueto settimanale rendiconto del borsino politico, il Tg di La7 ha infatti aqbbassato la quota Pd al 27,6% con un calo dell'1,4% rispetto alla scorsa settimana. Si avvicina così il Pdl, stabile al 23,5%, segno che la strategia di appoggio a Monti non sta al momento costando preferenze al Cavaliere. Leggermente su la Lega , al 10,4% (+0,5) e su anche il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo, al 4,4% (+0,4).A sinistra, il Pd è l'unico a perdere, oltre a Sinistra e libertà di Vendola che scende di uno 0,3 al 6%. L'astensione si attesta al 33,4%, pari esattamente a un terzo degli aventi diritto.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • D.P.F.

    14 Febbraio 2012 - 11:11

    Gli eredi di quello che fu uno dei più biechi partiti sinistrorsi dell'occidente si avviano lentamente ma inesorabilmente ad una fine ingloriosa. Requiescant ad infera !

    Report

    Rispondi

  • frank-rm

    14 Febbraio 2012 - 07:07

    Bel titolo, poi però nella lettura delle percentuali il PD è a 4,1 punti di vantaggio sul PdL. Ma non è un titolo inopportuno??? Comunque contenti voi....

    Report

    Rispondi

  • beppazzo

    14 Febbraio 2012 - 00:12

    Io sono di Genova e la città la conosco un poco Genova è amministrata dall'epoca di Pertusio, anni 60 ,in poi da giunte di sinistra: socialiste prima comuniste poi, pur con tutti i cambiamenti di etichetta alla bottiglia, il contenuto era è sempre rimasto rosso , più o meno antico. Il risultato è che Genova ha perso lo status di grande città, non ne ha mai avuto le strutture , non è neanche paragonabile a qualche città di provincia, ricca , come Verona o Parma, non offre nemmeno i vantaggi di un piccolo paese, niente non ha sesso(ne maschio ne femmina) è pronta ad unirsi ad un vendola qualsiasi. Ora l'analisi che si può fare è questa, la sinistra a Genova ha sempre vinto con percentuali bulgare, nel caso attuale solo il 40% degli elettori si sinistra è andata a votare - ciò significa che l'altro 60% o è disgustato o ha altro da fare- fatto 100 il 40% , mi pare che il 46%abbia votato il nobile Doria , e poca trippa per le altre 2 gatte in concorrenza; conclusione marasma totale

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    13 Febbraio 2012 - 22:10

    Anche il saggio grande Puffo ti da per perdente, purtroppo per il PD ultimamente non è andata molto bene, i tuoi te ne combinano una dietro l'altra. Come diceva una vecchia canzone : non sempre si può vincere.

    Report

    Rispondi

blog