Cerca

Il mese nerissimo di Alemanno "Ma io non mi dimetto"

Dal caos maltempo alla bocciatura delle Olimpiadi: solo delusioni per il sindaco. "Non condivido le posizioni di Monti"

Il mese nerissimo di Alemanno "Ma io non mi dimetto"

Le due settimane da incubo di Gianni Alemanno sono iniziate con la neve e finiscono con la doccia gelata. In una Capitale che si sta lentamente riprendendo dalla batosta maltempo, con le polemiche su Comune e Protezione civile, il sindaco è costretto a incassare lo stop alla candidatura per le Olimpiadi 2024 da parte del premier Mario Monti.  "Motivazioni molto chiare, ma che non sono condivisibili", ha commentato Alemanno. Che è sempre più solo. Subito dopo il no di Monti, si è sparsa la voce di sue possibili dimissioni. "Non lascio", è stata la risposta del sindaco che perà è accerchiato. Contro di lui anche parte della maggioranza Pdl, che mal ha digerito le polemiche di questi giorni e una sconfitta, quella dei Giochi 2020, sia d'immagine sia di sostanza. Le Olimpiadi all'ombra del Colosseo, infatti, dovevano essere il passpartout per la rielezione al Campidoglio. La bocciatura di un progetto, anche se per motivi in parte indipendenti dal progetto stesso, sembra ora quasi una pietra tombale sulle aspirazioni non solo di Alemanno, ma del centrodestra tutto. Dall'opposizione e dai tradizionali avversari leghisti, solo scherno. Ma forse è quello che fa meno male in questo inizio 2012 da incubo.

Annullata conferenza stampa  -  In seguito alle notizie ricevute dal presidente del Consiglio Mario Monti, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, ha annullato la conferenza stampa in programma oggi pomeriggio in Campidoglio. E’ quanto dichiara il portavoce del primo cittadino della capitale Simone Turbolente, precisando che a breve verrà diffusa una nota.


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frank-rm

    15 Febbraio 2012 - 13:01

    Replico ad Alemanno e sti caz..? Da romano non voglio pagare più tasse di quanto ne pago solo per la sua gloria. Faccia funzionare la città ... se ci riesce

    Report

    Rispondi

  • parigiocara

    15 Febbraio 2012 - 12:12

    detesto profondamente sia aledanno che la polverini .... il primo insulso, la seconda sguataia .....

    Report

    Rispondi

  • angelo.Mandara

    15 Febbraio 2012 - 10:10

    Che coerenza, che carattere quel Monti, s'è appena finito di parlare di voler cambiare le abitudini degli Italiani che già siamo al primo "stocco" dimostrativo sulla "bocciatura" delle Olimpiadi del 2020...a Roma. Monti : "In ballo c'è il denaro dei contribuenti italiani" e l'ambiente sportivo (?) romano che ti fa : sbotta come prima reazione e contesta...dimostrando così che i "fatti greci" ed il nostro momento critico non stanno insegnando proprio nulla (sì, d'accordo ma nel 2020 !! Niente...Monti dixit). Dalla più nordica Torino (anch'essa sede nel 2006 di incantevoli e super organizzate Olimpiadi invernali) il quotidiano "La Stampa" in un suo attuale sondaggio boccia anch'esso i Giochi a Roma con un sonoro 94%. Signori romani (casta nella casta) ricordatevi che da popolo eletto ci si aspetterebbe più consapevolezza. Saluti. Angelo Mandara

    Report

    Rispondi

  • saccard

    15 Febbraio 2012 - 01:01

    Alemanno, lo stronzo fasciocomunista, ha trovato la sua giusta collocazione: il cesso

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog