Cerca

Monti attacca Merkel e Sarkò: se ne fregavano dell'Europa

Il premier all'europarlamento: "In passato hanno agito per conto loro". Poi loda l'impegno di Berlusconi sul debito pubblico

Monti attacca Merkel e Sarkò: se ne fregavano dell'Europa

Attacca Francia e Germania e loda l'impegno del suo predecessore Berlusconi contro il debito pubblico. Così, oggi, il presidente del Consiglio Mario Monti al parlamento europeo, riunito in seduta plenaria a Strasburgo. Il premier, che si è esibito nel solito excursus in inglese (come aveva fatto già al Consiglio d'Europa e alla Casa Bianca col presidente Obama) che non ha mancato di suscitare applausi da parte degli eurodeputati, ha detto che "non c'è un'Europa dei buoni e un'Europa dei cattivi. Certo, in alcuni paesi si è colpevolmente ecceduto nella spesa pubblica. Ma - ha proseguito Monti - la crisi attuale ha radici anche nel cuore dell'Europa, in paesi come Francia e Germania che per troppo tempo hanno preferito agire in proprio nei rapporti con gli altri paesi di Eurozona piuttosto che preferire un'azione collegiale". Poi, sotto gli occhi porcini del presidente del parlamento Martin Schultz, ha citato Silvio Berlusconi, lodando le misure anticrisi e anti debito pubblico varate dal suo esecutivo. Un accenno anche alle Olimpiadi e alla decisione, comunicata ieri, di non garantire il sostegno economico dello Stato alla candidatura di Roma 2020. "E' stata una decisione difficile e che ha deluso molti in tutta Italia. Ma si tratta di un nuovo modo di vivere la vita civile, evitando il rinvio al futuro di possibili oneri di quantificazione incerta".

 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bussirino

    16 Febbraio 2012 - 14:02

    E' stato divulgato il ritorno dell'ICI sui beni religiosi no profit ma saremmo curiosi di sapere quali sono i non profit. Mi sa che dietro questa "teoria" si nasconda il peccato taciuto di Monti e dei prelati. Solo il fatto che non venga chiarito ha del sospetto. Il NON PROFIT è solo ed esclusivammente l'IMMOBILE CHIESA O CATTEDRALE dove i fedeli si riuniscono per ascoltare le messe. Gli altri sono tutte prima casa l'alloggio del o dei preti, il resto sono tutte U.I. destinate ad affittare clandestini e extra comunitari a pagamento e quindi sono seconde case dove l'ICI o l'IMU è del 7,6 x mille sulle nuove rendite rivalutate a 168 e non più a 105 come in precedenza. Tutte le U.I. date in affitto come bar, esposozione prodotti destinati alla vendita, banche, ospedali, scuole, uffici finanziari ecc. sono considerati NO PROFIT? Si si suona molto strano visto i proprietari fanno una vita da ricconi con aerei ed elicotteri privati e auto di lusso? Tacer non giova... cesare da fiorenzuola

    Report

    Rispondi

  • donatopaoletta

    15 Febbraio 2012 - 23:11

    La luna di miele tra Monti la merkel e il giullare francese e' finita o il "nostro" ha capito che comunque siamo in ginocchio e presto la bufala europa unita avra' fine? Io mi auguro che finisca presto questa agonia perche' sono dolori e sacrifici per milioni di famiglie ormai allo stremo

    Report

    Rispondi

  • stabilri

    15 Febbraio 2012 - 19:07

    l'ho pensato e detto da subito: questo si è un primo ministro...con le palle!

    Report

    Rispondi

  • disoccupata

    15 Febbraio 2012 - 19:07

    se ne è accorto pure lui, primo passo importante.....secondo passo diventi meno europeista e provi a pensare di uscirne da questa europa in cui tutto è fasullo!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog