Cerca

Monti contro il suo sponsor: insulti al Corriere della Sera

Il premier se la prende con il giornale che più lo ha sostenuto. La colpa? Un articolo contro i casi di nepotismo nel governo

Monti contro il suo sponsor: insulti al Corriere della Sera

A Strasburgo Mario Monti ne ha avuto per tutti: Euroscettici, gufi anti-Italia, Merkel, Sarkozy. Ieri, però, il premier si è preso lo sfizio di bacchettare pure la stampa. Ed è la prima volta che Monti si scaglia in maniera dura e diretta contro i giornali. Obbiettivo dei suoi strali è l’inviato del Corriere Ivo Caizzi. Reo, ai suoi occhi, di aver scritto un articolo sulle raccomandazioni e i casi di nepotismo che avrebbero favorito la carriera professionale di alcuni membri dell’esecutivo, Monti compreso. "Credo che il mio governo potrà fare pochissimo visto che alla sua testa c’è una persona arrivata in questa posizione per una serie di raccomandazioni, come lei ha mirabilmente descritto", ha detto piccato, rispondendo in conferenza stampa a una domanda del giornalista. Che però alle agenzie ha confermato punto per punto il suo articolo di lunedì per il quotidiano di via Solferino. Giornale che, finora, a parte qualche articolo critico di Francesco Giavazzi, è stato uno dei principali sponsor del governo Monti. Sarà ancora così?

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bepper

    17 Febbraio 2012 - 11:11

    La stampa deve avere tolleranza zero con il potere. E' l'unico sistema per controllarlo, Meglio un giornalista che eccede nella critica che uno in ginocchio. Il potere deve essere al servizio del cittadino, non al disopra. Purtroppo in Italia vi sono pochi casi di editori indipendenti e si vede! Monti ha reagito piccato perché la critica è arrivata da un giornale che considerava sodale, un tradimento. Non avrebbe reagito allo stesso modo con un giornalista del Fatto oppure Libero, testate apertamente critiche, seppur su versanti diversi.

    Report

    Rispondi

  • bisnonna!

    16 Febbraio 2012 - 22:10

    Sei un ammiratore di Prodi? Hai saputo nascondere bene il segreto ( segue risata) Ciao e buona serata.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    16 Febbraio 2012 - 20:08

    A Casale Monferrato (AL)

    Report

    Rispondi

  • Angeli1951

    16 Febbraio 2012 - 19:07

    Che il governo sia infarcito di gente nominata grazie a pratiche nepotiste e raccomandazioni è fuori dubbio, chi dei nominati a depredare gli itaglioni non è stato il "ragazzo di bottega" di un politicante o non imparentato con analoghi personaggi? Monti (il vice di cirino pomicino)? La fornero con tutta la famiglia? Oppure quello che ciarlava dell'età di laurea? Qualcosa faranno: quello che gli è stato ordinato dai politicanti che nella maggior parte oltre ad essere: parassiti o ladri o incapaci sono anche vili. Poi eseguita l'estorsione agli italioti i politici si ergeranno a difensori dei "deboli" chgiedendo l'approvazione e il voto: La tragedia stà nel fatto che gli itaglioni si berranno pure queste balle.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog