Cerca

Renzi in campo a Palermo contro il candidato del Pd

Piccoli rottamatori crescono anche in Sicilia. Democratici divisi: alle primarie l'ennesima faida sui leader della sinistra

Renzi in campo a Palermo contro il candidato del Pd

Come Davide contro Golia. Il primo ha in comune con il re d’Israele anche il nome: è Davide Faraone. Il problema è che il secondo, il gigante da battere, è lo stesso partito a cui il lanciatore di fionda è iscritto: il Pd, i «colossi» locali e i «notabili di Roma». Matteo Renzi arriva a Palermo per sostenere la sfida che il 36enne candidato alle primarie di Palermo del centrosinistra ha lanciato al suo stesso partito. Infuocata dall’accusa lanciata al tesoriere nazionale di aver finanziato per svariate migliaia di euro le iniziative di Rita Borsellino, la candidata che i vertici nazionali e locali hanno deciso di sostenere anche se non è iscritta al Pd. Del resto, ricorda il sindaco di Firenze, «anche a me, quando ho fatto le primarie, hanno cambiato le regole non so quante volte. Ma alla fine ho vinto». Per questo, spiega, la polemica sul presunto finanziamento del Pd a Borsellino non è fine a se stessa: «Quando si fanno le primarie si deve chiedere solo questo: avere tutti le stesse possibilità in partenza».  Da tutto il Pd, nessun commento. A parte Salvatore Vassallo, teorico delle primarie e tra gli estensori dello Statuto democrat, spiega a Libero: «Le risorse organizzative ed economiche del partito, in presenza o no di un candidato del Pd, dovrebbero servire per favorire la partecipazione alle primarie. Non certo a sostenere questo o quel candidato. Persino in presenza di uno del Pd». Ma secondo Vassallo, il problema è politico: «Nonostante lo strumento si sia ormai consolidato, a volte riemerge l’idea che il Pd debba essere presente alle primarie di coalizione con un suo candidato ufficiale. Ma è incoerente con la logica della coalizione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 654321

    20 Febbraio 2012 - 18:06

    ..loro vogliono solo sovietici al potere!! Il Renzi potrebbe rompergli le uova nel paniere e relativi intrallazzi!! Evidentemente non tollerano chi piscia fuori dal vaso!! Anche lui si rendera' conto del nocciolo duro dei compagnoni!! Una possibilita' l'avrebbe sparar merda sul Sivio...allora si accativerebbe quei pecoroni dell'altra parte!!Ricordatevi quando ha parlato con il Silvio...lo volevano impalare!! Ciao M.Gorb

    Report

    Rispondi

  • toscano05

    20 Febbraio 2012 - 17:05

    Meno male che nel PD c'e' qualcuno come Renzi che ha le ide chiare e precisa di sinibasta come devo esere le idee giovanili no come qui baroni del PD tipo Bersani Dalema e compani o compagni c'e' bisogno di rimmovamento

    Report

    Rispondi

  • lucia elena

    20 Febbraio 2012 - 16:04

    Sii sempre te stesso,avanti così.Se fossi in te mi toglierei dal pd anche perchè tale sigla è fortemente negativa visto che non riconosciamo più nessuno di tutti i falsi moralisti di cui è ancora composta. Non ti fadare di coloro che immancabilmente ti gireranno attorno. Attento ai lecca piedi.Auguri tantissimi, siamo con te.

    Report

    Rispondi

  • lucia elena

    20 Febbraio 2012 - 16:04

    Sii sempre te stesso,avanti così.Se fossi in te mi toglierei dal pd anche perchè tale sigla è fortemente negativa visto che non riconosciamo più nessuno di tutti i falsi moralisti di cui è ancora composta. Non ti fadare di coloro che immancabilmente ti gireranno attorno. Attento ai lecca piedi.Auguri tantissimi, siamo con te.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog