Cerca

Dichiarazioni on line: Monti ultimo ad arrivare

Il premier guadagna 1,5 milioni di euro e ne ha 12 investiti. La sorpresa è la moglie che ha 2,7 milioni da parte

Dichiarazioni on line: Monti ultimo ad arrivare

Con un pizzico di ritardo - sette giorni sul termine massimo auto-imposto - il governo Monti ha pubblicato on-line i redditi di tutti i ministri. Il più ricco non è Corrado Passera, come un po' tutti si aspettavano, ma a sorpresa il Guardasigilli Severino. Nella mattinata di martedì, dopo la pubblicazione, il sito del Governo è andato in crash per le troppe richieste d'accesso. Ma chi ha consultato l'elenco delle dichiarazioni ha notato anche delle assenze eccellenti. Mancava il reddito del ministro dell'Istruzione, Lorenzo Ornaghi, lacuna colmata con un pizzico di ritardo in più. Mancava poi il reddito di uno dei ministri più 'celebri', chiacchierati e discussi di questo governo, Elsa Fornero, ma anche la titolare del dicastero del Lavoro ha poi posto rimedio alla sua mancanza. E così, nella serata di martedì, mancava soltanto un reddito all'appello. Quale? Incredibile ma vero, online non aveva ancora fatto capolino  il reddito del grande promotore dell'operazione trasparenza, quello del premier Mario Monti. Che solo alle 23 ha sfoderato una dichiarazione dei redditi da primo della classe, mettendo anche quella della moglie Elsa Antonioli e mettendo in riga molti dei suoi ministri (inarrivabili comunque Severino e Passera. Monti guadagnava nel 2010 1,5 milioni di euro. Ha da parte poco meno di 11,5 milioni di euro di risparmi, che si aggiungono ai 2,7 milioni di euro della moglie Elsa. Inoltre il professore è proprietario di un appartamento a Milano e al 50% di una casa a Bruxelles; tra gli immobili un altro 50% di un appartamento sempre a Milano, nove unità abitative e un negozio a Varese. Molto sobrio e in linea con i diktat dell'esecutivo il parco macchine: una Lancia Dedra del 1995 e una Lancia Kappa del 1998.

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • D.P.F.

    22 Febbraio 2012 - 08:08

    Come un governo composto da oligarchi possa fare una politica a favore dei lavoratori è veramente incomprensibile. Se nel governo precedente avevamo un magnate come Silvius Paperon, e la sinistra ne era grandemente indignata, cosa dice di questi il cui "paria" sopravvive con miseri diecimila euro/mese (più altri 15/20mila di stipendio governativo). Un normale lavoratore, metalmeccanico, edile, commercio o qualsiasi altra categoria non percepisce, IN UN ANNO, quanto il "poarit" del governo incassa in un mese. Potranno mai essere sensibili ai gridi di dolore che si alzano dalle schiere dei salariati e pensionati ? Giudicando da quanto è stato fatto NO, No, ed ancora NOOOO. Con buona pace dei proclami di Bersanik, capitan baffetto al ema & co.

    Report

    Rispondi

  • Claudio49

    22 Febbraio 2012 - 08:08

    Continuate ad attaccare Monti e i suoi ministri che in soli 3 mesi, a quanto sembra,hanno allontanato l' Italia dal baratro dove era stata portata dal precedente governo e dall' incapace B. Il peggio è che li attaccate con argomenti banali. Cercate di essere più obiettivi.

    Report

    Rispondi

  • pinet47

    22 Febbraio 2012 - 08:08

    Comunque, la colpa è nostra, che permettiamo a gente del genere di poter fare il comodo loro! Cambiando argomento...ma i due Monti (nella foto) sono anche gemelli?

    Report

    Rispondi

  • pinet47

    22 Febbraio 2012 - 08:08

    Comunque, la colpa è nostra, che permettiamo a gente del genere di poter fare il comodo loro! Cambiando argomento...ma i due Monti (nella foto) sono anche gemelli?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog