Cerca

Il prof Monti consegna per ultimo Dichiara 1,5 mln, patrimonio di 11

Il premier consegna per ultimo il rapporto sul reddito e svela un parco macchine sobrio, come il governo

4
Il prof Monti consegna per ultimo Dichiara 1,5 mln, patrimonio di 11

 

Con un pizzico di ritardo - sette giorni sul termine massimo auto-imposto - il governo Monti ha pubblicato on-line i redditi di tutti i ministri. Il più ricco non è Corrado Passera, come un po' tutti si aspettavano, ma a sorpresa il Guardasigilli Severino. Nella mattinata di martedì, dopo la pubblicazione, il sito del Governo è andato in crash per le troppe richieste d'accesso. Ma chi ha consultato l'elenco delle dichiarazioni ha notato anche delle assenze eccellenti. Mancava il reddito del ministro dell'Istruzione, Lorenzo Ornaghi, lacuna colmata con un pizzico di ritardo in più. Mancava poi il reddito di uno dei ministri più 'celebri', chiacchierati e discussi di questo governo, Elsa Fornero, ma anche la titolare del dicastero del Lavoro ha poi posto rimedio alla sua mancanza. E così, nella serata di martedì, mancava soltanto un reddito all'appello. Quale? Incredibile ma vero, online non aveva ancora fatto capolino  il reddito del grande promotore dell'operazione trasparenza, quello del premier Mario Monti. Che solo alle 23 ha sfoderato una dichiarazione dei redditi da primo della classe, mettendo anche quella della moglie Elsa Antonioli e mettendo in riga molti dei suoi ministri (inarrivabili comunque Severino e Passera. Monti guadagnava nel 2010 1,5 milioni di euro. Ha da parte poco meno di 11,5 milioni di euro di risparmi, che si aggiungono ai 2,7 milioni di euro della moglie Elsa. Inoltre il professore è proprietario di un appartamento a Milano e al 50% di una casa a Bruxelles; tra gli immobili un altro 50% di un appartamento sempre a Milano, nove unità abitative e un negozio a Varese. Molto sobrio e in linea con i diktat dell'esecutivo il parco macchine: una Lancia Dedra del 1995 e una Lancia Kappa del 1998.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arch

    22 Febbraio 2012 - 14:02

    la ricchezza,se guadagnata onestamente non è un reato. Se un ministro è ricco buon per lui, vuol dire che è stato più 'bravo' di me. Il punto è se i ministri come i politici tutti e gli amministartori locali sono ricchi perchè hanno guadaganto o rubato, vedi Lusi. questo è il punto. In questo paese sinistrorso si tende a vedere di cattivo occhio chi ha denaro, perchè automaticamente si pensa al peggio. Vero molte volte ma non sempre. Ed esistono anche le eredità e le famiglie benestanti. Se poi vogliamo considerare la ricchezza un reato vediamo come potrebbe essere strutturata una legge post-social-comunista.

    Report

    Rispondi

  • pulcio

    22 Febbraio 2012 - 12:12

    ho letto che con un reddito di 21000 euro si può avere un patrimonio di oltre 2.500.000 di euro investiti in fondi, conti correnti e in piu un bel patrimonio immobiliare....geni della moltiplicazione!! Hanno ragione nel guardarci dall'alto in basso, siamo degli incapaci

    Report

    Rispondi

  • vinpac

    22 Febbraio 2012 - 09:09

    Non si comprende come possa essere giudicato positivo l'atteggiamento di Passera. Perchè da manager pubblico, campo in cui bisognerà per necessità e per serietà mettere un freno, ha guadagnato 3 milioni e mezzo o perchè ha distrutto ed affossato le Poste, come servizio pubblico e di pubblica utilità?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media