Cerca

L'accordo Berlusconi-Monti: giudici, Rai, poca sinistra

La colazione di lavoro tra premier e Cav dà buon esito. Feeling su governance e riforme. Mario: "Ma nel 2013 chiudo"

L'accordo Berlusconi-Monti: giudici, Rai, poca sinistra

Un lungo incontro per chiarire il futuro del governo, del centrodestra, dell'Italia. La colazione di lavoro di mercoledì a Palazzo Chigi tra Mario Monti, Silvio Berlusconi e Angelino Alfano è servita a premier e leader del Pdl per mettere sul tavolo tutte le delicate questioni. Si è partiti da una eventuale candidatura del Professore per il 2013, diretta o meno, scansata con delicatezza dallo stesso Monti: "Il mio impegno finisce nel 2013", ha detto al Cav che era tornato in pressing per proporgli un nuovo mandato (meno tecnico di questo) alla presidenza del Consiglio. Silvio, giura chi gli sta vicino, non desisterà e il discorso verrà ripreso più avanti. Nel frattempo, c'è da mettere fieno in cascina. governance Rai, riforma della giustizia, riforma del mercato del lavoro. E su questi punti, tra Monti e Berlusconi c'è accordo, anche perché i due sono in costante contatto ("Lo sento spesso - ha ammesso il premier a Panorama - ma non lo disturbo su ogni cosa"). Che ci sia feeling, lo dimostra per esempio l'ammorbidimento sulle liberalizzazioni (con ringraziamento dei taxisti, categoria vicina al Pdl) e la battaglia sull'articolo 18 (a costo di una rottura con Pd e Cgil). Ma l'agenda comprende anche, come detto, la giustizia. Sabato è attesa la sentenza del processo Mills che vede Berlusconi imputato per corruzione in atti giudiziari. Di questo il Cav ha parlato con Monti, ribadendo la necessità di una riforma dei processi italiani. Sulla Rai, Monti vorrebbe una tv pubblica più azienda e meno carrozzone, con un supermanager-amministratore delegato svincolato dai partiti. Berlusconi è contrario: "Non si fa più in tempo a trovare un accordo, comune, lasciamo la governance così com'è", avrebbe proposto al premier. La contropartita è pesante: sostegno sicuro su tutte le riforme in programma fino al 2013. E forse, spera il Cav, anche nella prossima legislatura.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • 654321

    23 Febbraio 2012 - 22:10

    compagno,ma ti si e' incantato il disco, ho hai subito qualche cortocircuito alla grigetta tua materia? Penso piu' alla seconda ipotesi,ma che pensi di essere sull'unita' e ricevere gli applausi? Povero compagno smarrito, i tuoi soli discorsi patetici da bravo bravissimo, casto e puro,immacolato scagliatore della prima pietra!! Ma dove hai fatto catechismo dal Don Massimo? Senti compagno dicci..ma se ingabbiano il Silvio te arrivi meglio alla fine del mese!!? Senti compagno sai che lo spread di voi immacolati e' a 400? Sai compagno che il tuo leader bersanov e' corso da Napolitano per leccare le melette ai giudici? Sai compagno che si caca sotto perche' se la legge passa rimarrete pochi casti e puri? Compagno se non hai i soldini per comprare l'unita' e qui fai l'infiltrato gratis e spandi merda dillo faremo per te una colletta! M.Gorb

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    23 Febbraio 2012 - 15:03

    Ma conoscendo i giornali ultraschierati, direi che la digestione a Berlusconi é andata di traverso. ''Incontro fruttuoso'...con il succo di frutta, insomma. A Bersani é andata male ? Vuol dire che lui e Berlusconi giocheranno a bocce. Intanto, i sondaggi danno il PDL al 19% con un distacco abissale da Bersani o chi al suo posto.

    Report

    Rispondi

  • iltrota

    23 Febbraio 2012 - 11:11

    Vuoi che Silvio non abbia cercato una soluzione "immorale" ai suoi processi?! In tal caso spero che Monti gli abbia chiuso la porta in faccia!!

    Report

    Rispondi

  • fdrebin

    23 Febbraio 2012 - 10:10

    Anche a Di Pietro e a Davigo nel '94 propose un ministero... Dalle mie parti quelli cosi' si chiamano "opportunisti"

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog