Cerca

Martone è il più povero di tutti Prende "solo" 131mila euro

Il viceministro del Lavoro in un primo momento non aveva dichiarato il suo reddito imponibile. "Non era richiesto.."

Martone è il più povero di tutti Prende "solo" 131mila euro

Alla fine dei membri del governo Monti si sa tutto o quasi. La classifica dei redditi vede al primo posto il Guardasigilli Paola Severino con 7 milioni di euro. A lei va la corona dell'esponente di governo più ricco. E quella di più povero? Stando alle parole del viceministro del Lavoro Michel Martone, spetterebbe a lui. Martone, diventato famoso per la sua uscita infelice sugli "sfigati" che a 28 anni non hanno ancora una laurea, ha rivelato in un'intervista al Corriere di guadagnare intorno ai 131 mila euro, "frutto della mia attività professionale di avvocato e dell'insegnamento". Lui a differenza degli altri suoi colleghi non aveva rivelato il suo reddito imponibile. In principio si sapeva solo che sfrecciava per Roma in Smart o su una Vespa 125 e che l'incarico di governo gli renderà 188.868 euro per il 2012 e che nella Capitale ha un appartamento di 110 metri quadrati il cui indirizzo è ignoto.

Niente da nascondere -  Martone ha qualcosa da nascondere? "Ma niente - si schernisce il viceministro - nella scheda da compilare il reddito imponibile non era richiesto". Martone cade dal pero quando gli fanno notare che con i suoi 131 mila euro è il più "povero" dell'esecutivo. "Non lo sapevo. Mi sta bene essere tra quelli che hanno di meno non me ne vergogno. Non è da sfigati in un governo di milionari, portare a casa in un anno "solo" 130 mila euro o giù di lì?". No Martone affatto, anzi. Sui redditi faraonici dei suoi colleghi glissa diplomaticamente. "Alcuni di loro dichiarano molto è vero, ma io penso che il lavoro vada remunerato. Però la prego, non vorrei finire dentro un'altra polemica". Sembra che Martone ormai abbia imparato la lezione. Più lavoro e poche parole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • neugenio

    23 Febbraio 2012 - 14:02

    La ministra Severino è da ammirare! Gli insulsi commenti che si sprecano dimostrano soltanto una mentalità faziosa e ignorante. Riuscire nella vita non è una colpa! E riuscire a guadagnare molti soldi è un segno di successo. Di queste persone ogni Paese ha estrema necessità.Infatti i milionari creano il benessere della collettività e inducono, chi ne ha le capacità e il coraggio, a rischiare e farsi una posizione.Esattamente il contrario di quello che i comunisti, pardon, i democratici italiani perseguono.

    Report

    Rispondi

  • tunnel

    23 Febbraio 2012 - 11:11

    I casi della vita,vedete il vice Ministro Martone si è laureato molto presto pensando di guadagnare di più degli altri,invece è l'ultimo della classe,in poche parole è il più povero dell'esecutivo con soli € 131 Mila ,la sua collega Sig.ra Paola Severino invece denuncia € 7 Milioni ,sporge una domanda,ma la Sig.ra a che età si è laureata? Caro Sig. Martone,come vede, non si può avere tutto dalla vita,lei ha già avuto troppo.... lo sa? e non faccia troppi STRAORDINARI...

    Report

    Rispondi

  • romamaccio

    23 Febbraio 2012 - 11:11

    Se dovesse andare in porto l'articolo 18 questo signorino Martone potrebbe essere a rischio licenziamento per giusta causa! non ha nessuna meritocrazia a svolgere il suo ruolo anche se raccomandato, le offese fatte a chi gli garantisce lo stipendio hanno passato il limite!

    Report

    Rispondi

  • gibuizza

    23 Febbraio 2012 - 10:10

    Chi è ministro dell repubblica e prende solo 131.000 euro all'anno è proprio uno sfigato!

    Report

    Rispondi

blog