Cerca

Divorzio breve, il primo sì Accordo in Commissione

Ok al testo in Commissione Giustizia, ora passa a quelle competentni. Porterà il tempo per divorziare da tre a un anno

Divorzio breve, il primo sì Accordo in Commissione

Primo disco verde della Commissione Giustizia della Camera al divorzio breve: respinti tutti gli emendamenti resta sul tappeto l’ipotesi del relatore Maurizio Paniz di ridurre da tre a un anno il periodo di separazione che consente il divorzio per coppie senza figli o con prole in età adulta. Distanza che si allunga a due anni di fronte alla presenza di figli minorenni. Per dare formale mandato al relatore si attendono ora i pareri delle commissioni competenti, poi la parola passerà all’Aula di Montecitorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    24 Febbraio 2012 - 16:04

    grazie alle perverse idee del cancro sessantottino. E poi sesso libero, tradimento visto come un giochino eccitante, femministe che per guadagnare dignità la perdono completamente... e poi il modernismo sfrenato, il culto dell'apparire e del sedure come un must. Tutto libero,tutto amorale, che bello! Il problema è che poi vengono a sfaldarsi le basi su cui si regge l'unione tra due persone. Non c'è più sacralità, non c'è dignità, fedeltà e rispetto per il matrimonio. Non ci si può fidare più di nessuno. E'vero, si stava meglio quando si stava peggio.

    Report

    Rispondi

  • Ra

    24 Febbraio 2012 - 11:11

    A che serve ormai il matrimonio se le stesse leggi lo stanno rendendo sempre più inconsistente. A Las Vegas per esempio ci si può sposare e divorziare nello stesso giorno. Meglio convivere senza tante storie, non si danno soldi allo stato e non si è costretti a dare fior di quattrini al coniuge in caso di divorzio. Se si guardano le statistiche ci si rende conto di come sia sceso enormemente la percentuale dei matrimoni. Quindi propongo una legge: proibizione assoluta di sposarsi e obbligo di immediato divorzio con relativo dileggio popolare per quei criminali senza scrupolo che lo sono ancora.

    Report

    Rispondi

blog