Cerca

Belpietro: Il processo non doveva iniziare

Videoeditoriale del direttore su LiberoTv: "In uno stato di diritto, l'accusa avrebbe dovuto accettare la mancanza di prove"

Belpietro: Il processo non doveva iniziare
A Milano si è chiuso un processo che non avrebbe dovuto nemmeno cominciare. Nel caso Mills, i pm si sono inventati un espediente per perseguire Berlusconi: il presunto reato non scattava dalla presunta regalia ma dal momento in cui, anni dopo, l'avvocato inglese cominciò a spendere quel denaro. Abbastanza singolare, in uno stato di diritto. Secondo particolare: l'esperta ascoltata dalla procura affermò che non c'erano evidenze bancarie, non un assegno, non un bonifico, non un passaggio in contanti di denaro che ricollegassero Berlusconi a Mills. La procura, anzichè accettare l'evidenza della mancanza di prove, si è intestardita in una corsa contro il tempo per ottenere una condanna inutile, perché la prescrizione sarebbe arrivata in secondo grado. Risultato: i pm hanno dato ragione a Berlusconi, il Cavaliere è un perseguitato. Il videoeditoriale del direttore di Libero Maurizio Belpietro.


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • papesatan

    27 Febbraio 2012 - 17:05

    senti chi parla!

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    27 Febbraio 2012 - 17:05

    Peccato che 12 volte Mills abbia indicato Fininvest come chi gli ha inviato soldi. Peccato che l'abbia scritto ad un amico (lettera agli atti); peccato che ha lasciato traccia sul suo computer (il Mills...); peccato che il Fisco inglese, lette le dichiarazioni di Mills ha inviato le carte a Milano. A parte questo...

    Report

    Rispondi

  • ulisse di bartolomei

    26 Febbraio 2012 - 21:09

    volete mettere un processo decennale ad un imputato che fa guadagnare a rischio zero "un posto al sole" nel circo vippatico nazionale e i tanti piccoli processi che si potrebbero intentare alle migliaia di mafiosi conterranei che riciclano e maneggiano al nord "alla luce del sole"? Questi si arrabbiano e si lamentano con i parenti rimasti al paesello del magistrato cattivo, causandogli malori e acidità di stomaco. Quanto durerà questo teatrino infame di una magistratura che spende risorse enormi per inseguire glorie personali, trionfi ideologici e vendette etniche, mentre nella società il micro reato soffoca e intristisce la vita sociale?

    Report

    Rispondi

  • stanley

    26 Febbraio 2012 - 21:09

    il processo non SAREBBE dovuto cominciare gnurà

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog