Cerca

Videodiario dal Triunale: anti-Cav, attesa e delusione

Una giornata a Milano in attesa della sentenza Mills. Poca tensione, era tutto già scritto. Tranne che per pm e qualche irriducibile

Videodiario dal Triunale: anti-Cav, attesa e delusione

Una giornata al Tribunale di Milano, in attesa della sentenza del processo Mills con Silvio Berlusconi accusato di corruzione. Poca ressa in strada, a differenza di quanto capitato nelle udienze in primavera. Nessuna tensione, forse perché come rivelava in mattinata il cronista dell'agenzia ApCom Franck Cimini all'inviato di Libero Andrea Scaglia "il processo finirà con la prescrizione". Tutto già scritto, dunque, tranne che per i pm e per qualche irriducibile anti-Cav come la signora in bicicletta in agguato in corso di Porta Vittoria. E quando arriva il proscioglimento per il Cav, non può fare a meno di sfilarsi dietro all'auto degli avvocati difensori Ghedini e Longo e gridargli "Ladri". Il video-diario della giornata Mills realizzato da Salvatore Garzillo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    27 Febbraio 2012 - 17:05

    Vuol dire che il ''gioioso' sa che é un'insperata fortuna. Ma qui é una prescrizione che sa molto di arrangiamento (e che sottintende un reato impunito). 12 volte Mills ha detto che i soldi erano Fininvest, l'ha scritto ad un amico e ha lasciato traccia sul computer. Poi l'ha detto al Fisco inglese. Aprite gli occhi.

    Report

    Rispondi

  • emilioq

    26 Febbraio 2012 - 10:10

    L'ignoranza è il peggior male che affligge l'umanità! Quei pochi sfaccendati fuori dall'aula non potevano impiegare il loro tempo a cercarsi un lavoro o fare del volontariato? Vergogna!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • marcolelli3000

    25 Febbraio 2012 - 21:09

    Berlusconi vince sempre e le sinistre perdono sempre. Hanno il "sempre" in comune, ma con esiti opposti. E dire chi perde di solito risulta simpatico , ma invece qui le sinistre perdono sempre e fanno anche la figura degli antipatici invidiosi e perdenti, sempre.

    Report

    Rispondi

blog