Cerca

Fiorello, Lapo e Provenzano contano tutti più di Bersani

Brutte notizie per il Pd: nella classifica Gq sugli uomini più inlfuenti d'Italia il leader dei democratici non c'è. Vince Draghi

Fiorello, Lapo e Provenzano contano tutti più di Bersani

Completamente ignorati. I democratici non sono stati neanche presi in considerazione dagli opinion leader, editorialisti, direttori e vicedirettori di quotidiani, settimanali o telegiornali, conduttori televisivi e radiofonici e da 50 lettori selezionati da GQ per stilare la classifica dei Cinquanta più influenti d'Italia. Non c'è Bersani. A lui gli esperti hanno addirittura persone chiuse dietro le sbarre: Bernado Provenzano, Totò Riina, Messina Denaro. In realtà non c'è neppure Antonio Di Pietro. In compenso c'è Rosario Fiorello, Roberto Benigni, Beppe Grillo. Ovviamente sul  podio salgono il presidente della Bce Mario Draghi, il premier Mario Monti e l'ex presidente del consiglio Silvio Berlusconi. A seguire: Giorgio Napolitano, Sergio Marchionne, Corrado Passera, Angelo Bagnasco, Rosario Fiorello, Gianni Letta, e Diego Della Valle.

L'elenco - La classifica stilata dal mensile diretto da Gabriele Romagnoli pubblicata nel numero in edicola dal 1 marzo che celebra la centocinquantesima uscita del periodico prosegue all'undicesimo posto con Roberto Saviano seguito da Giorgio Armani, Tarcisio Bertone, Luca C. di Montezemolo, e Enrico Mentana. Al 16° c'è Beppe Grillo, 17 Ezio Mauro, 18 Maurizio Cattelan, 19 Carlo De Benedetti, 20Fabio Fazio, 21 M. Messina Denaro, 22 Susanna Camusso, 23 Bernardo Provenzano, 24.Roberto Benigni, 25.Jovanotti, 26.Giovanni Bazoli, 27.Paolo Scaroni, 28.Michele Santoro, 29.Vasco Rossi, 30.Luigi Bisignani, 31.Ferruccio De Bortoli, 32. Marco Travaglio, 33.Totò Riina, 34.Giulio Tremonti, 35.Emma Marcegaglia, 36.Licio Gelli, 37.Umberto Veronesi, 38.Bruno Vespa, 39.Francesco P. Casavola, 40.Fabio Volo, 41.Lapo Elkann, 42.Vale Rossi, 43.Adriano Sofri, 44.Nanni Moretti, 45.Antonio Ricci, 46.Cesare Prandelli, 47.Giuliano Pisapia, 48.Giuseppe Rotelli, 49.Carlo Petrini, 50.Roberto D’Agostino.


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antikomunista10

    01 Marzo 2012 - 09:09

    Il carisma e l'autorevolezza sono come il coraggio per don Abbondio. Bersani ne è privo ed il confronto con Silvio - che domina ogni consesso cui partecipa - è pura cattiveria : non si tratta così chi non è stato favorito dalla natura.

    Report

    Rispondi

  • swiller

    01 Marzo 2012 - 08:08

    Basta ascoltarlo quando parla in TV per capire, non serve altro.

    Report

    Rispondi

  • sorpasso

    01 Marzo 2012 - 00:12

    E' ora che smonti le tende e vai a casa a pettinare le bambole di tua moglie.

    Report

    Rispondi

  • afabbri73

    01 Marzo 2012 - 00:12

    Nessuno parla mai di Ermolli?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog