Cerca

Flop della maestrina Fornero Slitta la riforma del lavoro

Mancano le risorse per far decollare la nuova normativa, salta l'incontro con le parti sociali. Elsa avrebbe bisogno di uno o due mld

Flop della maestrina Fornero Slitta la riforma del lavoro

Non ci sono le risorse, per questo salta l'incontro con le parti sociali. Il governo ha deciso di rinviare   l'incontro previsto per oggi, giovedi primo marzo, con le parti sociali sulla riforma del mercato   del lavoro "per individuare, pur nella comune consapevolezza della   delicata situazione finanziaria del Paese, risorse da destinare a   sostenere l’auspicata vera e profonda riforma degli ammortizzatori   sociali".

  La spiegazione  - "La volontà di raggiungere un accordo con le parti sociali   sulla Riforma del mercato del lavoro è un elemento condiviso da   tutti. Per questa ragione, - spiega Fornero - abbiamo deciso di prendere   qualche giorno di tempo. Il Governo infatti ritiene che il tema delle risorse da   destinare a tal fine, sia componente essenziale per la definizione del  complessivo riordino del mercato del lavoro. In questa ottica, -   conclude la nota del ministro - la riunione fissata per domani 1 marzo  2012 alle ore 17.30 è stata rinviata a data che il Ministro del   Lavoro e delle politiche sociali si riserva di comunicare alle Parti   sociali".

I soldi mancanti - La Fornero aveva detto che la riforma sarebbe partita nel 2017 ma un "tesoretto" per gestire la complessa transisione, soprattutto per quanto riguarda la cassa integrazione in deroga (cioè anche quelle che riguardano le aziende che non pagano la quota Cig) bisognava prevederlo. Il punto è che il ministro dell'Economia Grilli non li ha messi a disposizione con tutti i vincoli imposti da Bruxelles. Alla Fornero servirebbero uno o due miliardi per far decollare la sua riforma e pare che oggi, primo marzo, continui la negoziazione con il sottosegretario all'Economia Vieri Ceriani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Phidry Hiellie

    01 Aprile 2012 - 10:10

    .....forse, dico forse hai ragione a dire che la fornera non ruba dalle casse dello stato come fanno tutti, ma ricordati, che con tutte le tasse che la sua banda ti fa pagare, non fa altro che rubare direttamente alla fonte. Sveglia!!!! I questa brutta storia del maledetto bocconiano, gli unici che ci guadagnano sono i speculatori. Tutte le tasse in piu che quel orrendo personaggio ci ha ingiustamente imposto, escono dalle tue tasche e vanno direttamente nelle tasche dei speculatori, mica vanno per infrastrutture, scuole, ospedali, assistenza sociale, ect.. Non mi sorprenderebbe, inoltre, che il bocconiano e la sua banda non venissero "premiati" per il lavoro sporco che stanno svolgendo, da lobby speculatrici, su conti ciffrati esteri. Ricordati: il bocconiano, la sua banda di scellerati , chi li sostiene e chi li ha messi li, sono i veri nemici dell' Italia e degli Italiani, e come tali andrebbero trattati!!!

    Report

    Rispondi

  • lapolide

    02 Marzo 2012 - 12:12

    “Sarà Vero “?… A Sanremo nel 2002, ricordo che imperversava un complesso veneto chiamato “Pitura Freska”, con la canzone che così iniziava :”…Sarà vero che dopo Miss Italia avremo un Papa nero…non me par vero…...”, mandando in bestia, o in visibilio a seconda dei casi, gli spettatori del Teatro per la temerarietà dell’ardito titolo contro il Clero. A parte l’ultima”performance” del predicatore Celenterato, mi piacerebbe conoscere come la gente commenterebbe la stessa canzone del complesso sopra menzionato, se riguardasse la bocconiana ministra del lavoro tecnico col presunto vizietto di Saffo che così dovrebbe recitare: “….Sarà vero se l’amante della Camusso fosse la Fornero……non me par vero…” Se tutto ciò fosse veramente vero, mi domando cosa avrà potuto trasmettere in tanti anni di insegnamento, ai ragazzi della Bocconiana Università, una (presunta ma sobria) deviata come lei , sebbene dichiaratasi altamente ac-cul-turata, con il vizio del gambero ? lapolide.

    Report

    Rispondi

  • Aristogatto99

    02 Marzo 2012 - 10:10

    Dipende dai punti di vista. Per chi si aspettava un ministro corrotto come i precedenti è stata sicuramente una delusione. Chi si aspettava una persona onesta è contento della Fornero e non grida al "flop".

    Report

    Rispondi

  • anxur

    01 Marzo 2012 - 20:08

    FINCHE' C'E' UN BISOGNO INSODDISFATTO C'E' LAVORO. C'è una enorme mole di lavoro da fare. C'è un enorme disinteresse a trasformare il lavoro che c'è in milioni di posti di lavoro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog