Cerca

Cav apre all'opposizione per riforma legge elettorale

Berlusconi: è necessario cambiare l'architettura istituzionale, la giustizia, il lavoro e il fisco

Cav apre all'opposizione per riforma legge elettorale

La riforma della legge elettorale è stato uno dei punti del discorso di Silvio Berlusconi al congresso provinciale di Milano. "Il Paese, nelle condizioni in cui era prima del governo tecnico non avrebbe permesso la realizzazione di riforme". Ne è convinto l’ex premier e leader del Pdl Silvio Berlusconi, che ricordando il 'passo indietrò dal suo governo spiega che la scelta fatta permetterà di realizzare riforme importanti per il Paese. "Abbiamo ritenuto di farci da parte - ha detto - non solo per la campagna nazionale ossessiva che dava a noi la colpa di tutto. Noi abbiamo le spalle larghe e l'avremmo sopportata. Ma abbiamo raggiunto la consapevolezza che l'Italia era diventata ingovernabile. E quindi abbiamo ritenuto che con un governo sostenuto anche dall’opposizione dei cambiamenti si potevano fare". D’altra parte Berlusconi sottolinea che "una parte politica da sola non è stata mai in grado di realizzare le riforme". L’ex premier parla della necessità di cambiare l’architettura istituzionale, la giustizia, il lavoro e il fisco.

 Parlando dal palco Berlusconi ha voluto ribadire la 'generosita” del suo gesto 'di fare un passo indietro per il bene del Paesè. C'è la speranza - ha detto Berlusconi - che con questo nostro gesto si verifichino le condizioni per un accordo con l’opposizione" e poter realizzare riforme importanti come quella sull'architettura dei poteri, la giustizia, il lavoro e il fisco. A condurre queste delicate trattative Berlusconi, anche dopo le polemiche di oggi su una sua 'criticà ad Alfano, ci tiene a puntualizzare che il compito spetterà "a un grande segretario, Angelino Alfano".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • GianMazzetti

    05 Marzo 2012 - 10:10

    La questione dell'apertura di Berlusconi è interessante, soprattutto se inserita nel quadro di attesa e studio per la nuova legge elettorale; vi consiglio vivamente di leggere questo articolo qui sotto, molto interessante: http://potatopiebadbusiness.com/2012/03/05/dio-forse-ce-berlusconi-sicuramente-pdl-udc-pd-il-tripartito-tra-oggi-e-domani/ Grazie. A presto!

    Report

    Rispondi

  • blu521

    03 Marzo 2012 - 16:04

    Apre alla (finta) opposizione, che nel frattempo presenta l'abrogazione del reato di concussione (presentatrice della boiata l'on Donatella Ferranti,pd) Proprio il peggiore capo di imputazione nel proceso Ruby e che si sarebbe prescritto nel 2025. Il catramato dove li trova alleati migliori? Cede sulla legge elettorale? Nemmeno per sogno! Dopo l'accordo Zanda (pd) e Quagliariello (pdl) la legge elettorale deve necessariamente cambiare. C'è da stare allegri con tutta questa generosità: sui giornali ed in TV è tutto un fiorire di invettive, ma poi... Intanto i bananas si convincono di avere un leader "generoso" con i komunisti.

    Report

    Rispondi

blog