Cerca

Brunetta, ira sulla Gabanelli "Registrato a tradimento"

L'ex ministro minaccia vie legali contro Report: "Mi hanno chiamato senza dirmi che avrebbero registrato la telefonata"

Brunetta, ira sulla Gabanelli "Registrato a tradimento"

Renato Brunetta contro Report, la trasmissione di Milena Gabanelli in onda su Rai 3. "Questa mattina verso le ore 11 - spiega l’ex ministro in una nota - mi chiama un giornalista di Report il quale comincia a fare domande, più o meno le stesse che mi aveva fatto una tale Chiara, sempre di Report, che si era rifiutata di fornire il suo cognome, venerdì scorso. La telefonata sembra registrata, dato il fastidioso 'ritornò, ma il mio interlocutore non lo dice. Risponde affermativamente solo dopo la mia esplicita richiesta".  La telefonata verteva sui redditi dell'ex ministro, peraltro già pubblici online dal 2008. Ma il punto, secondo il parlamentare Pdl, è un'altro: "E' lecito, legalmente e deontologicamente, chiamare al cellulare una persona, per giunta un parlamentare, da parte di un giornalista del servizio pubblico, e registrare la telefonata senza avvertirlo, senza chiedergli l’autorizzazione? E’ questa la correttezza nell’acquisizione delle informazioni cui ogni buon giornalista dovrebbe attenersi?".   Brunetta ha aggiunto l'intenzione di rivolgersi al presidente dell’Ordine dei giornalisti, al Garante della privacy, riservandosi ulteriori azioni legali.

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • luan

    05 Novembre 2014 - 12:12

    poverino voleva un telegramma prima di rispondere la verità

    Report

    Rispondi

  • bisnonna!

    08 Marzo 2012 - 14:02

    bisnonna! ciannosecco (Dio li fa .....) Ma per davvero crede che ciannosecco sia il mio sposo? Un momento di distensione fa bene a tutti,compreso a lei. Piccolo dettaglio : ciannosecco potrebbe essermi figlio,splendido figlio! Per il resto lascio lei, e quanti la pensano come lei, a continuare ad illudersi.

    Report

    Rispondi

  • bisnonna!

    08 Marzo 2012 - 14:02

    Se andiamo avanti di questo passo, riusciremo a superare le ingerenze della Stasi ben descritte nel film " le vite degli altri" Non c'è più alcuna differenza tra lecito e illecito,tra deontologicamente corretto e scorretto.Vero Imafu, frequentatore di ambasciate,come da lei sostenuto?

    Report

    Rispondi

  • antari

    08 Marzo 2012 - 12:12

    un EX MINISTRO parla con i giornali e si lamenta se viene registrato? Che abbia qualcosa di cui vergognarsi, del tipo.. lo dico, ma non potete dire che l'ho detto?... no??? Allora taccia, e' ridicolo. Poi la legge potra' dargli ragione, per me rimane un piccolo uomo represso.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog