Cerca

Lo scivolone di Andrea Riccardi: "Che schifo Alfano e la politica"

Il titolare della Cooperazione alla Severino: "Sulla giustizia Alfano vuole strumentalizzare", Premier in pressing, poi le scuse

Lo scivolone di Andrea Riccardi: "Che schifo Alfano e la politica"

Mario Monti aveva invitato  i suoi ministri a tenersi lontani dalle dispute politiche. A mantenere, insomma, un profilo “tecnico” e a passare, in caso di difficoltà, per la diplomazia collaudata di Palazzo Chigi. Dove, ieri, è scattato l’allarme rosso che ha visto come protagonista Andrea Riccardi, ministro per la Cooperazione e l’Integrazione. La causa è uno scambio di battute per niente curiale del fondatore della Comunità di Sant’Egidio con la Guardasigilli Severino e il titolare della Sanità Balduzzi. Alla presentazione di una mostra sui rapporti tra Stato e Chiesa a Palazzo Giustiniani, noncurante della presenza di alcuni giornalisti, Severino esordisce:  «Hai visto oggi?». Riccardi raccoglie: «Alfano voleva solo creare il caso», risponde. «Vogliono solo strumentalizzare: è la cosa che mi fa più schifo della politica, ma quei tempi sono finiti», aggiunge. Parole pesanti, ultimative, contro il principale partito della maggioranza. Parole che hanno causato una pioggia di critiche e richieste di dimissioni del Pdl. «Smentisca immediatamente o si dimetta», ha chiesto il capogruppo al Senato, Maurizio Gasparri. «Se gli facciamo così schifo può benissimo dimettersi», gli ha fatto eco l’omologo alla Camera, Fabrizio Cicchitto. Intanto Giorgio Stracquadanio ventilava l’ipotesi di un voto di «sfiducia individuale», magari al Senato, dove pidiellini e Lega ancora hanno la maggioranza.

Il premier, conscio che il governo rischia di non reggere una iniziativa di questo genere, ha invitato il suo ministro a chiedere scusa per «svelenire il clima». Una richiesta ferma, raccontano. Tantopiù che Monti si sarebbe già irritato nei giorni scorsi con il fondatore della Comunità di Sant’Egidio per la polemica aperta con il collega Ministro degli Esteri, Giulio Terzi, circa la delega e i finanziamenti per la Cooperazione internazionale.

Le scuse di Riccardi sono puntualmente arrivate in serata: «Si è trattato di battute, estrapolate nel corso di una conversazione informale  e non riportate nella loro interezza», ha premesso Riccardi in una nota. «Mi scuso se qualcuno si possa ritenere offeso», ha aggiunto. Il ministro ha voluto ribadire stima per il segretario del Pdl: «Ho sempre avuto con l’onorevole Alfano un rapporto cordiale e sincero». La nota  ha soddisfatto solo in parte i berlusconiani, già indispettiti in passato per alcune uscite poco “tecniche” e molto “politiche” del ministro. Nessuna sfiducia individuale, però, per non terremotare l’esecutivo. Alfano e gli altri non vogliono accelerazioni. Dal canto suo Monti ha ribadito ai colleghi di governo che bisogna proseguire con determinazione nelle misure economiche e per la crescita, ma non avventurarsi su altre vie perché il rischio è che «la maggioranza si squagli». Il rischio è più concreto di quanto si immagini: in un solo giorno, ieri, Pd e Pdl, su due provvedimenti diversi, hanno minacciato di staccare la spina all’esecutivo. E già oggi, alla Camera, il governo è destinato ad una nuova prova: voto di fiducia sul dl Semplificazioni.

di Paolo Emilio Russo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • frank-rm

    09 Marzo 2012 - 07:07

    Il cattolico Riccardi è quello che ha sostenuto che la Chiesa deve pagare l'IMU. Fanno schifo tutti quei politici che non lo hanno fin qui consentito, che hanno utilizzato la politica per il loro maleaffare, che eseguono ordini da altri e che strumentalizzano gli elettori, lettori compresi.

    Report

    Rispondi

  • italiano desluso

    08 Marzo 2012 - 20:08

    Ritengo che ciò che ha detto il Ministro Riccardi sia ciò che pensano la quasi totalità degli italiani. Qui non si tratta di essere di destra o di sinistra per ritenere che siamo rappresentati in parlamento da una massa di ........! (ognuno inserisca l'aggettivo che preferisce) E' indubbio che Alfano non si è presentato alla riunione del Presidente Monti i cui temi trattati dovevano essere Rai e Giustizia...... è perchè ciò lo avrebbe messo in difficoltà il suo "datore di lavoro" Oggi ho visto un servizio al Tg di Mentana in cui si parlava di mutui per l'acquisto di un'abitazione: - per i comuni cittadini ci sono difficoltà enormi per accedere ad un mutuo a tassi proibitivi. - PER I signori onorevoli INVECE IL MUTUO HA UN TASSO RIDICOLO 1,57% Cosa dobbiamo aspettarci da questa masnada??? Solo i loro interessi !!!

    Report

    Rispondi

  • alessandrof

    08 Marzo 2012 - 20:08

    Certo che da «Alfano voleva solo creare il caso, vogliono solo strumentalizzare: è la cosa che mi fa più schifo della politica, ma quei tempi sono finiti» a "Che schifo Alfano e la politica" c'è un po' di differenza, una sintesi un po' troppo facilona. Dopo che abbiamo avuto un ministro che diceva che con la bandiera italiana si puliva il c..o, che insultava (e insulta) istituzioni, e nessuno dei firmatari ha mai fiatato, mi sembra proprio che la richiesta di dimissioni sia un atto di ipocrisia.

    Report

    Rispondi

  • lorenzovan

    08 Marzo 2012 - 19:07

    esattamente quello che dico da tempo.. sono TUTTI Unfit... hanno dai tempi della balena bianca ucciso gradatamente la democrazia..la rappresentativita'..la politica nuova e onesta.. si sono racchiusi nella torre d'avorio dei privilegi..ingordi come e peggio dei Proci in casa di Ulisse.. vi hanno illuso creando divisioni artificiali...azzuffandosi di giorno e spartendosi di notte la torta vi ricordate la bicamerale..Berlsiuconi-D'Alema...i patti delle crostate..e via discorrendo e voi sempliciotti vi insultate sui forum..a chi difende meglio il proprio ladro.. io proporrei il SEQUESTRO CONSERVATIVO di tutti i beni dei politici che hanno esercitato negli ultimi quarant'anni.. sarebbe un piccolo(???) ma decisivo contributo a moralizzare questo paese corrotto e putrefatto

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog