Cerca

Riccardi, nessuno lo voleva... Lui si prende il doppio ufficio

Il ministro che ha attaccato il Pdl si fa dare anche una stanza agli Esteri: una richiesta accolta a tempo record

Riccardi, nessuno lo voleva... Lui si prende il doppio ufficio

Tecnico e ubiquo. Andrea Riccardi, ministro per la Cooperazione internazionale, e come tale titolare di un sobrio ufficio al secondo piano di largo Chigi, ha chiesto ed ottenuto l’assegnazione di un altro ufficio, stavolta all’interno del ministero degli Esteri e meno sobrio del precedente. La delega per la cooperazione, infatti, è sempre stata inquadrata tra le competenze della Farnesina. Così al fondatore della comunità di Sant’Egidio è venuto naturale, dopo aver sottratto il dossier al collega, sfilargli anche una stanza. La sua richiesta è stata accolta a tempo di record: il nuovo ufficio è già pronto e operativo ed il suo staff è in contatto col personale del dipartimento Cooperazione del ministero degli Esteri.

Il ministero di Riccardi, che Giorgio Napolitano e Mario Monti hanno ritagliato su misura per lui, è una novità senza precedenti nella storia repubblicana: una sorta di dicastero omnibus - l’elenco ufficiale delle deleghe dura cinque pagine ed è suddiviso in dodici articoli - che attinge le proprie competenze da settori tradizionalmente in mano ad altri ministeri. La Cooperazione è stata sottratta agli Esteri, l’immigrazione all’Interno, la famiglia al Welfare... Una situazione che determina qualche comprensibile malumore tra i colleghi di governo, i quali non hanno preso bene la deminutio. Che, per essere chiari, non riguarda solo le deleghe, ma anche i fondi per gestirle.

La pratica Esteri, poi, è particolarmente sensibile: la Cooperazione è da sempre uno degli asset più importanti (per motivi economici, politici e strategici) della nostra struttura diplomatica. Raccontano che lo stesso ministro degli Esteri, Giulio Terzi di Santagata, non abbia gradito lo strabordare di Riccardi. L’ultima frizione tra i due risale a poche settimane fa, durante la definizione del nuovo decreto di finanziamento delle missioni internazionali, con il quale si è stabilito che, in occasione degli interventi di peace-keeping, il ruolo del ministero di Riccardi sarebbe stato rafforzato. Adesso, la stanza: anch’essa chiesta e ottenuta. E domani, si chiedono i colleghi di governo?

di Marco Gorra

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giosefate

    10 Marzo 2012 - 11:11

    Qui leggo di persone sempre più IDIOTE! Nessuno ha chiamato monti, è stato messo, senza consenso per TUTELARE maggiormente gli interessi BANCARI dei suoi DATORI di lavoro. Io non ho votato Berlusconi, però qualcuno SI, ed è STATO ELETTO, questa sarebbe democrazia, quel pezzo di merda che dovrebbe tutelare costituzione & co, alias rE gIORGIO fatti due conti ha preferito farsi stipendiare anche lui ..... SIAMO alla frutta, occupazione, credito, rilevanza internazionale e ci sono ancora IDIOTI che dicono "perfortuna è arrivato mONTI" Ma dovresti morire bestia insulsa, ladro e parassita, se fosti uno che lavora parleresti diversamente!

    Report

    Rispondi

  • udefusco

    10 Marzo 2012 - 10:10

    Ottimo! Così ho appreso che Riccardi è una Task Force di Monti! Le Task Force sono state inventate dall'U.S. Navy. Con esse ha vinto il Giappone quando questi aveva 10 volte più mezzi dopo Pearl Harbor. Nel re-engineering delle aziende le Task Force sono indispensabili. Esse hanno tutte un VERO CAPO che si muove di sorpresa. Riccardi ha queste caratteristiche. I senatori del PDL (ed i loro colleghi) che hanno obiettato al suo esternare il sentimento del popolo, corrano ai ripari pubblicando i loro redditi, doppi incarichi, pensioni assurde, mutui all'1%. Il popolo alle urne deciderà chi fa veramente schifo.

    Report

    Rispondi

  • alvit

    10 Marzo 2012 - 09:09

    ma quale impegno di lavoro, non hai mai lavorato in vita tua e ora stai passando le giornate ai giardinetti a raccogliere cicche per fumare. Sei proprio un bavoso vecchio che fa cadere il moccio sulla tastiera del computer e gli altri vecchietti sono incazzati come bisce.Oramai sei quasi terra da boccali, fai passeggiare la pantegana, saputello komunistoide.Strano che non ti abbiano ancora eletto capo ospizio, sapendo la tua innata predisposizione al comando. Già, vuoi vedere che si sono dimenticati di quando facevi il capo condominio e il copogita nella vendita delle pignatte? Ora che non c'e' piu' Berlusconi, come fai a vivere senza odiare qualcuno????

    Report

    Rispondi

  • castalia

    09 Marzo 2012 - 21:09

    La Chiesa ha perso la sovranità nel 1870 ma da sempre impedisce all'Italia di crescere grazie a quei cattolici fedeli all'abito talare, che si infiltrano e fanno che passino tutte le richieste di oltretevere. Scuole parificate, pagamento dei costi del mantenimento degli stranieri della caritas e della comunità di cui è capo questo soggetto che ha a cuore solo gli interessi del vaticano e per fare questo diventato ministrodi un dicastero utile solo al vaticano. questo Cacciamolo e smettiamo di sovvenzionare caritas e comunità di sant'egidio poichè questi parassiti ci spolpano. Tutti questi poveri, voluti dalle insane politiche di apertura all'est dell'Europa e da un'interpretazione estensiva dell' asilo plitico che fa si che si accolgano i poveri di tutti i paesi in guerra e non solo gli oppositori dei regimi servono alle multinazionali del volontariato a riempire le casseforti. Per questo i clandestini più sono e meglio è poca importa a riccardi di spolpare il popolo italiano

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog