Cerca

Vacanze da 218mila euro a spese del suo partito

Le spese folli di Lusi: una settimana alle Bahamas da 80mila euro. E al ristorante spaghettini al caviale da 180 euro

Vacanze da 218mila euro a spese del suo partito

Vacanze da melle e una notte, voli in prima classe, cene da favola. Luigi Lusi, il tesoriere della Margherita accusato di truffa e appropriazione indebita, tra il 2006 e il 2010 non si è fatto mancare davvero nulla. Solo nell'anno appena terminato, ha speso in vacanze la bellezza di 218mila euro, una buona parte dei quali per un soggiorno alle isola Bahamas, nei Caraibi. E' stato via sei mesi? No, una settimana appena, dal 22 al 28 aprile al Kalamane Cay Resort. La cifra totale sborsata era così alta che Lusi la pagò in tre tranche da 33mila, 27mila e 20mila euro. In totale, fanno circa 80mila euro. Per due giorni a Parigi, Lusi e la moglie hanno speso 1.700 euro. Per un viaggio in Canada con altre quattro persone, l'ex tesoriere della Margherita ha invece speso 14.700 euro. E le cene? basti uno scontrino del 14 novembre 2006 del ristorante La Rosetta, dove Lusi ha deliziato il suo palato con spaghettini al caviale da 180 euro la porzione, antipasto di mare da 100 euro e una mezza di vino bianco da 75 euro. Conto totale per due persone: 637 euro.

Prelievi allo sportello - Un capitolo a parte, nell'inciesta della procura di Roma, è quello dei prelievi bancari allo sportello effettuati da Lusi tra il 2007 e il 2010: 299mila euro nel 2007, 326mila l'anno successivo, 375mila nel 2009 e 338mila nel 2010. In tutto, circa 1 milione 300mila euro.  Cifre che, secondo gli analisti di KPGM (la società di consulenza cui la Margherita ha affidato il compito di analizzare fatture e ricevute emesse dal suo ex tesoriere), "mal si conciliano con un partito che in queli anni aveva pochissimi dipendenti e quindi poche operazioni di piccola cassa". Dove sono finiti, dunque, quei soldi?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • AG485151

    10 Marzo 2012 - 17:05

    che predicate spesso ; questi sono soldi dei cittadini. Perchè non mettete in piedi una bella causa come si deve , una class action o altro e vi fate parte civile ?

    Report

    Rispondi

  • bersa56

    10 Marzo 2012 - 13:01

    Certo che questo ladruncolo di Lusi con tutte le spese folli che sono venute fuori ha proprio dimostrato di non aver mai visto grazia di dio.Che imbecille e che offesa a noi cittadini che dobbiamo tirare la cinghia. Non gli era sufficiente lo stipendio da senatore, avete capito amici dipende solo da noi liberarci da questa cozzaglia di rappresentanti parlamentari. Non si salva nessuno sono tutti uguali

    Report

    Rispondi

  • bellissimo

    10 Marzo 2012 - 13:01

    E' sbagliato dire che sono soldi del partito. Questi sono soldi del finanziamento pubblico ai partiti e quindi sono soldi nostri.Perchè non ci costituiamo parte civile ?

    Report

    Rispondi

  • p.giorgio

    10 Marzo 2012 - 10:10

    è assolutamente urgente mettere in galera lui, coloro che dovevano prevenire i suoi furti, coloro che non hanno controllato le uscite di cassa e tutti coloro che avranno senza dubbio beneficiato per tenere occhi e bocca chiusi. Perchè va bene che siamo nelle mani di incompetenti, ma farci credere che nessuno sapesse o se ne rendesse conto è di una imbecillità sovrannaturale. Una proposta: lasciate la TAV e, con minor spesa, costruite galere, che verrebbero immediatamente riempite.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog