Cerca

Spaghetti al caviale da 180 euro Conti dell'ex tesoriere di Rutelli

Spese da capogiro per l'ex Margherita indagato per appropriazione indebita: 80 mila euro per una settimana alle Bahamas con moglie e 5 ospiti

Spaghetti al caviale da 180 euro Conti dell'ex tesoriere di Rutelli

Circa 80mila euro per una vacanza di una settimana alle Bahamas con la moglie e altre cinque persone. E 180, di euro, per un solo piatto di spaghetti al caviale. Sono solo alcuni degli esempi delle spese folle di Luigi Lusi, l’ex tesoriere della Margherita sotto inchiesta a Roma per appropriazione indebita per un ammanco di oltre 13 milioni di euro dal bilancio del partito. I nuovi particolari emergono dalla relazione contabile realizzata dalla società di consulenza Kpmg, che ha analizzato per conto del partito fatture e ricevute emesse dal tesoriere dal 2006 al 2010. Analisi consegnata dai legali della Margherita, Titta Madia e Alessandro Diddi, ai magistrati della Capitale. Dalle carte emerge che negli ultimi tre anni il tenore di vita di Lusi si era alzato sensibilmente. Solo nel 2011, ad esempio, il parlamentare ha pagato oltre 218 mila euro per le vacanze. E negli ultimi quattro anni ha effettuato prelevamenti allo sportello per un milione e 339 mila euro.

Due giorni fa, dalle telecamere di Servizio pubblico, la trasmissione di Michele Santoro, Lusi ha chiamato in causa i vertici del suo partito per il denaro di cui disponeva: «Tutti sapevano, se parlo salta il centrosinistra». I vertici della Margherita hanno annunciato una querela «per rispondere con assoluta fermezza a qualsiasi tentativo di intimidazione» e a piazzale Clodio il procuratore aggiunto Alberto Caperna e il pm Stefano Pesci lo interrogheranno ancora. Nei giorni scorsi sono stati iscritti nel registro degli indagati anche la moglie del parlamentare, Giovanna Petricone, il cognato e la nipote acquisita. I reati contestati, a seconda delle posizioni, sono quelli di ricettazione, riciclaggio ed intestazione fittizia di beni.

Il documento della Kpmg offre uno spaccato significativo della vita di Lusi. Il 15 gennaio 2011 lui e la moglie vanno a Parigi per un soggiorno di due giorni che costa circa 1.700 euro. E per la stessa cifra, due settimane dopo, raggiungono Birmingham. Per annullare una vacanza in Montenegro, invece, a settembre Lusi sborsa 8.700 euro a titolo di penale. Si rifà poche settimane dopo volando in Canada con quattro persone pagando 14.500 euro. Nel mirino delle toghe ci sono anche tre soggiorni mensili all’hotel Robinia di Genzano: chi ha ospitato addebitando la spesa, come sempre, alla Margherita? Numerose, e onerose, anche le cene. Il 17 dicembre 2006, ad esempio, al ristorante La Rosetta Lusi paga 240 euro per due antipasti e 60 euro per una bottiglia di vino. Poi ci sono i prelievi allo sportello per un totale di un milione e 300mila euro. Cifre, secondo Kpmg, che «mal si conciliano con un partito che in quegli anni aveva pochissimi dipendenti e poche operazioni di piccola cassa».

Duro il commento di Massimo Donadi, capogruppo dell’Idv alla Camera: «I partiti non possono continuare a far finta di niente. Non si possono tollerare ruberie né coprire interessi oscuri». Per questo Donadi chiede ai presidenti di Camera e Senato di calendarizzare «immediatamente le proposte di legge sulla trasparenza del finanziamento pubblico». Più cauto Giuseppe Fioroni (Pd): «La magistratura sta conducendo molto bene le indagini e aspetterei».
Tommaso Montesano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • capitanuncino

    12 Marzo 2012 - 22:10

    ascoltato recentemente diceva"Gli americani se magnano l'arrost..e gli Italiani ciucciano le oss..?Ma avercele...Una ricetta,a dire di chi l'ha inventata,piu' che ottima l' aveva chiamata"Pasta cacata,dal colore che aveva la sua salsa usata per condimento.".Io a quel signore l'avrei proposta invece con una variante...con la merda vera.Altro che caviale.Questo non sa nemmeno dove stia di casa la vergogna...Sono queste le cose che fanno male.Gli Italiani si stanno razionando il cibo(bambini compresi)e questo elemento da sbarco si permette di spendere 180 euro per uno spaghetto al caviale e fare vacanze da nababbo.Intanto a Busalla se ne è ammazzato un altro grazie alla riforma delle pensioni.Ci vedremo alle prossime amministrative se sono ancora in Italia.ACF pure lui.

    Report

    Rispondi

  • 654321

    12 Marzo 2012 - 19:07

    meno male che e' per il popolo, meno male che non edel Pdl, meno male che i compagni, non lo capiscono, meglio per i capi compagni, meglio cosi' i compagni elettori non hanno ancora capito che loro sono solo uno strumento di benessere per chi fanno eleggere!! Da prima che esistesse il Silvio hanno sempre fatto i nababbi , hanno sempre raggirato i poveri pecoroni , li hanno usati per poi lasciarli alla deriva!! Ora i compagni hanno capito tutto, infatti danno la colpa al Silvio!! Bravi continuate cosi, con Silvio e senza Silvio siete cosi e cosi rimarrete, infondo i vostri capi hanno lavorato e lavorano bene, e' cosi che il loro elettorato deve essere!!M.Gorb

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    12 Marzo 2012 - 12:12

    c'è chi spende soldi suoi per fare quello che caxxo vuole,e chi spende soldi che non sono suoi. La cosa non è solo ovvia,ma è elementare.Si vede che tu non hai fatto nemmeno quelle.

    Report

    Rispondi

  • bube

    12 Marzo 2012 - 10:10

    e noi italiani non facciamo niente , ci sta bene loro vivramno sempre nell'oro e noi nella merda piu profonda . questo alla faccia di tutti gli italiani che alla mattina si alzano per andare in fabbrica ,per 1200.00 euro con mutuo, spese di casa, e chi li paga noi !,mentre questo signore va in vacanza con i nostri soldi e si mangia gli spaghetti al caviale !!!!!!!! BRAVI ITALIANI ANDIAMO AVANTI COSI' COMPRIAMOCI OLIO DI VASELLINA COSI' FA MENO MALE !!!!! BUBE

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog