Cerca

Sì alla patrimoniale sui partiti Hanno beni per 2,5 mld

Hanno patrimoni da nabbabbi, comincino i politici a fare sacrifici: lo scandalo della Casta con due pensioni nell'ultimo libro di Giordano

Sì alla patrimoniale sui partiti Hanno beni per 2,5 mld

Vi siete arrabbiati per le pensioni ai parlamentari? Bene, ecco a voi un nuovo scandalo: quelli che prendono  la doppia pensione, da parlamentare e da consigliere regionale: Mario Capanna (4.725 euro più 5mila euro), Giuseppe Guzzetti (4.725 euro più 8mila euro), Paris Dell’Unto (3.978 euro più 4.000 euro), etc.  Ne parla Mario Giordano, autore del best seller Sanguisughe, nel suo nuovo libro, Spudorati (Editore Mondadori, 18 euro), in libreria da ieri. In totale sono almeno 200 i politici che prendono un doppio assegno, un doppio vitalizio: sia dal Parlamento sia dalla Regioni. Leggi la lettera di Mario Giordano sull'opportunità della patrimo

 Tutti i nomi su Libero in edicola oggi, mercoledì 14 marzo, nell'articolo di Mario Giordano


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tonipier

    14 Marzo 2012 - 15:03

    Egregio dott. Giordano innanzitutto mi complimento con Lei, detto questo Le pongo una domanda alla buona... cosa cambia tra il sequestro fatto ai mafiosi... ed ai sequestri che si potrebbero fare a questi non mafiosi?...Ci sono sequestri di serie a e sequestri di serie b,oppure sono tutti e due uguali...Secondo il mio punto di vista la serie a appoggia la serie b ,in sostanza le trovo fax simile, ma non solo aggiungerei di essere assoggettati all'espropio anche i congiunti di coloro i quali hanno strumentalizzato l'esercizio della politica alla realizzazione dei profitti di beni mobili od immobili acquisiti dal l° gennaio 1948 in poi. i beni espropiati saranno devoluti immediatamente in favore dello Stato per il risanamento delle finanze pubbliche. solo in questa maniera potremmo risolvere i veri problemi che ci affliggono da sempre.

    Report

    Rispondi

  • alfredido1

    14 Marzo 2012 - 12:12

    Quello che trovo strano nel comportamento di Monti è che definisce le sue manovre eque . Colpisce chi è indifeso ( pensionati etc.) ed ignora le possibilità di tagliare i costi soprattutto quando questo colpirebbe privilegi di casta. Gli interessi ridotti delle banche ai parlamentari,le doppie pensioni, le innumervoli auto blu,i tesoretti dei partiti,le pensioni dopo pochi anni di lavoro,etc.etc. Potremmo scrivere dieci pagine di privilegi ma colpirli è difficile quindi Monti vira di bordo. Monti ,ritarda l'età di pensionamento,blocca l'adeguamento delle pensioni di chi le ha, aumenta l'IVA, aumenta le accise sulla benzina tutte cose facili facili caro Monti che colpiscono i deboli . Questa è equità ? la pregherei di chiamare le sue semplicemente manovre evitando l'aggetivo eque. Altrimenti noi deboli abbiamo anche l'impressione di essere presi per i fondelli.

    Report

    Rispondi

  • Pantera grigia 35

    14 Marzo 2012 - 12:12

    In tempo di crisi tutti debbono pagare quindi, chiesa, partiti, sindacati! Inoltre debbono essere aboliti i privilegi di tutti coloro che svolgono attività politica a qualsiasi livelli affinchè smettano di succhiare il sangue a chi ha sempre pagato. via inoltre i doppi e tripli incarichi ancora in circolazione in numerosi casi.

    Report

    Rispondi

  • OIGRESINOR

    14 Marzo 2012 - 12:12

    ELiminare il finanziamento pubblico dei partiti. SOlo rimborso spese ed entro una certa cifra. Niente "profitti" e b@llae varie. Basti guardare la Margherita e Lusi: un giro di centinaia di milioni di Euro...ma stiamo scherzando?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog