Cerca

Pdl, Alfano minaccia Monti: Se parliamo di Rai, caschi

Il segretario al premier in vista del tavolo di giovedì con Casini e Bersani: "Priorità sono banche e lavoro, non Rai e giustizia"

Pdl, Alfano minaccia Monti: Se parliamo di Rai, caschi
Il segretario del Pdl torna sulla questione Rai e Giustizia, due dei temi scottanti che il premier Monti vuole discutere durante il vertice di giovedì con Pd, Pdl e Terzo Polo. Dopo l'incontro con i vertici dell'Abi, Alfano lancia un avvertimento: "Noi sosteniamo lealmente il governo Monti in opere e omissioni, evitando di partecipare a discussioni che metterebbero in difficoltà il governo". Una presa di posizione che serve a mettere le mani avanti. Va bene parlare di lavoro, ma su Rai e Giustizia non siamo disposti a scendere a compromessi.

Monti: giustizia, materia di governo - Il premier Monti spiega che "giustizia e lotta alla corruzione fanno parte a pieno titolo del mandato del governo". Il prof lo ha ribadito nella conferenza stampa a Palazzo Chigi di martedì che ha seguito l'incontro con la Cancelliera tedesca, Angela Merkel. Monti ha continuato: "E' chiaro a tutti che la vocazione di questo governo è il superamento della crisi economica e il rilancio della crescita, ed è dunque doveroso che si occupi, come fa e intende fare e in parte ha già fatto, dei temi della giustizia, in particolare della giustizia civile, e della corruzione". Il premier ha aggiunto che "in questo spirito, nell'incontro che avrò giovedì con i responsabili dei tre principali gruppi che sostengono il governo, questo (insieme a quello della corruzione, ndr) sarà uno dei temi".

Alfano: "Solo se c'è tempo" -  Martedì, prima che Monti parlasse di giustizia, il segretario del Pdl, Angelino Alfano, aveva dichiarato retoricamente: "È più responsabile chi vuole parlare di lavoro e banche o chi in questo momento vuole parlare di poltrone Rai o di giustizia?". Le parole erano rivolte al leader del Pd, Pier Luigi Bersani, ma chiamano direttamente in causa l'intervento di Monti (già la scorsa settimana Alfano ha fatto saltare il tavolo con il premier e i leader di Pd e Udc spiegando chiaro e tondo che l'unica priorità del Pdl è quella di discutere del lavoro) "Questo governo non ci sarebbe se noi non avessimo voluto - ha ricordato Alfano-. Noi per tre anni e mezzo abbiamo affrontato anche i temi della giustizia, e ora rileviamo il paradosso di un Bersani che per tre anni e mezzo ci ha detto che i problemi del Paese erano altri e oggi che vi è un governo che si deve occupare di economia chiede di parlare di giustizia". Il segretario del Pdl ha aggiunto che si discuterà di giustizia "solo se ci sarà del tempo": "quando e se si dovesse parlare di giustizia il nostro menù è abbastanza ampio - ha aggiunto -. Vi è il disegno di legge anticorruzione che è a firma mia e del Governo Berlusconi, le intercettazioni, il giusto processo, la riforma costituzionale del settore e la responsabilità civile dei magistrati".

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Renatino-DePedis

    16 Marzo 2012 - 14:02

    ma la cosa più convolgente, anzi una delle più sconvolgenti, è che a voi il fatto che berlusconi faccia fare dei dossier per sputtanere, quando gli fa comodo, nemici ed ex amici non tocchi. compra pure le intercettazioni non ancora ascoltate dagli inquirenti e poi le fa pubblicare....oh, scusa, ma non è lui che le vuole limitare....certo quelle che interessano a lui..... e ancora una volta ci cascate......e ripeto ancora una volta, e te lo ripeto da qui all'infinito..... siete talmente imbecilli da dare dei coglioni agli altri! INCREDIBILE! parafrasando Berlusconi: chi mi vota è un COGLIONE!!!!

    Report

    Rispondi

  • Renatino-DePedis

    16 Marzo 2012 - 14:02

    il coglione sei sempre tu. la riforma delle intercettazioni, pardon, la limitazione delle intercettazioni lo sai benissimo del perchè berlusconi la voleva. non fare vedere e sentire l'ipocrita massimo di questo paese, quello che si faceva fotografare dai suoi giornali insieme alla famiglia(hai presente Chi) per avere i voti dai bei bensanti berlusconiani Bananas come te, e, protetto da questo Stato, pagare TROIE MINORENNI! che è un reato, pagare minorenni per scopare intendo, in questo paese. invece il disegno di legge anticorruzione non è stato portato avanti. dimmi genio dei miei stivali, secondo te è più importate una legge anticorruzione o una legge che limiti le intercettazioni? COGLIONE

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    16 Marzo 2012 - 10:10

    Intercettazioni che adesso si stanno affrontando,guarda caso,come voleva Berlusconi.Chi è il co@lione adesso?

    Report

    Rispondi

  • Renatino-DePedis

    15 Marzo 2012 - 17:05

    per quanto riguarda Fini, che non voglio assolutamente difendere, a te e a tutti i bananas coglioni, perchè siete solamente dei bananas, non è parso minimamente strano che dal momento in cui questo cominciò a non volere avallare qualsiasi cosa partorita dal pdl (vedi legge sulle intercettazioni) improvvisamente saltò fuori la storia della casa monegasca. non voglio entrare nella questione che non mi interessa, ma ti vorrei fare notare che tutta la questione era di qualche tempo prima. non ti è venuto il dubbio che il tuo master tenesse dei dossier per addomesticare chi gli dava fastidio? no certo che no.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog