Cerca

Conti gratis ai pensionati: il governo non sa che fare

Sottosegretario Polillo: "Forse verrà corretto nel dl fiscale o in quello semplificazioni". La palla passerà al Parlamento

Conti gratis ai pensionati: il governo non sa che fare

Il governo mette una toppa a un pasticciaccio del Pd. E lo fa con una misura impopolare che paradossalmente lo mette in posizione di forza rispetto ai partiti, Pd in testa. L'esecutivo Monti potrebbe eliminare dal decreto liberalizzazioni la norma che prevede la gratuità dei conti correnti per i pensionati con assegni fino a 1.500 euro al mese. Lo ha annunciato il sottosegretario all'Economia Gianfranco Polillo alla Camera, spiegando che "la misuraper le banche era un danno". Ma l'intervento non arriverà con nessun decreto ad hoc per correggere la norma sulle commissioni bancarie, contenuta nel dl liberalizzazioni, che ha sollevato la protesta degli istituti e portato alle dimissioni di massa dei vertici dell'Abi. Polillo ha aggiunto che la correzione potrebbe essere introdotta nel dl fiscale o nel dl semplificazioni. Il sottosegretario ha spiegato che l'esecutivo interverrà con un successivo provvedimento sulla misura del dl liberalizzazioni che prevede la gratuità dei conti correnti per i pensionati che percepiscono fino a 1.500 euro al mese. Successivamente il premier Monti ha spiegato che "in termini di commissioni bancarie contro l'emendamento ben noto, se il Parlamento vorrà cambiare la norma agevoleremo il ritorno alla previgente disciplina proposta nel 'salva-Italia' e da voi approvata nella legge di conversione".

Pasticcio Pd - Quella norma, è bene ricordarlo, finì nel dl liberalizzazioni grazie ad un emendamento del Pd, proposto dalla deputata Anna Maria Fioroni. Quell'emendamento aboliva tutte le commissioni (ossia guadagni) che le banche ricavano dall'apertura, dal mantenimento in essere e dalla chiusura di una linea di credito. Il problema era il limite, 1.500 euro, superiore alla media degli stipendi italiana e che apriva un contenzioso sulla costituzionalità di quella misura. Perché un pensionato poteva aprire un conto gratis e un operaio o una commessa no?

Abi soddisfatta - L'Abi era in pressing da settimane su governo e partiti politici (dal Pdl al Pd fino all'Udc). "C'è sensibilità da parte delle forze politiche. Abbiamo trovato una sensibilità non solo per il caso in questione, ma anche la massima apertura a un dialogo più costruttivo", ha detto il vicepresidente dell'Abi, Antonio Patuelli, dopo l'ennesimo vertice. "Stamattina - ha continuato Patuelli - abbiamo verificato una sensibilità e atteggiamenti comuni a che non vengano complicate le regole alle banche, regole che non esistono in nessuna parte d'Europa. E quell'emendamento è anche privo di copertura. Abolire le commissioni bancarie significa incidere sul gettito dello Stato".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    16 Marzo 2012 - 09:09

    Lo Stato sta risparmiando una valanga di interessi passivi, sta vendendo un mare di Buoni che prima nessuno voleva, mantiene il cambio dollaro/euro stabile. E se lo Stato risparmia sugli interessi ed incassa più moneta, è probabile che ci chiederà meno tasse. Di più, il petrolio e le materie prime, che noi non abbiamo, li paghiamo in dollari, quindi...

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    15 Marzo 2012 - 20:08

    L'intervento è riuscito benissimo , ma il paziente è morto.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    15 Marzo 2012 - 19:07

    La Bce loda l'Italia: «Il calo più forte dello spread nonostante il rating» - ECONOMIA Calato di 166 punti fra fine novembre e inizio marzo. Come non compaiono mai tutti gli altri commenti positivi che vengono da tutto il mondo.

    Report

    Rispondi

  • Ade

    15 Marzo 2012 - 18:06

    Dirgli che sono le persone peggiori che l'Italia poteva avere gli facciamo un complimento.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog