Cerca

Modello Monti per la Rai: poteri a un direttorissimo

In viale Mazzini il premier vorrebbe un dg "risanatore dei conti" con poteri forti. Ma il Pdl: "No a qualsiasi commissariamento"

6
Modello Monti per la Rai: poteri a un direttorissimo

Sarà che lui è l'uomo forte non solo del governo, ma anche dell'Italia. Forse per questo, il premier Mario Monti starebbe pensando a un uomo forte a sua immagine e somiglianza, capace di risolvere i problemi della Rai come lui sta facendo per quelli dell'Italia. Un "commissario risanatore dei conti" della televisione pubblica con ampi poteri, il cui nome potrebbe rispondere a quello di Enrico Bondi. L'ipotesi, vista con favore dal pd, avrebbe però fatto rizzare i capelli al Pdl, contrario a qualunque forma di commissariamento dell'azienda. mediazione complessa, dunque. tanto da far dire a Pierferdinando Casini, che di rai sarà meglio parlare dopo le elezioni amministrative, quando i due contendenti Alfano e Bersani, forse, addiverranno a più miti consigli. Una cosa pare comunque certa. Una nuova governance non si farà prima della fine dell'anno.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • c.camola

    17 Marzo 2012 - 19:07

    La Rai se si trova sempre in passivo non vedo la necessità di commissiarlarla. Visto che il canone è tassa per toglierlo direi di cederla ad un privato.E accontenterebbero tante persone.

    Report

    Rispondi

  • fantapolitik10

    17 Marzo 2012 - 15:03

    ma quale commissariamento!ma quale rinnovo cda!unicamente commissariamento per la vendita di almeno due reti rai perchè si realizzi una privatizzazione almeno parziale della rai come da referendum passato con l'80 % dei consensi.adeguamento tributo/canone rai relativo ad una sola rete.devono essere ridimensionate le ulteriori reti rai 4 rai 5 rai sport1 rai sport 2 tec.tutte queste reti non c'è le possiamo 'permettere anche perchè i programmi vengono affidate a società esterne mentre i dipendenti rai non fanno un cazzo!

    Report

    Rispondi

  • fossog

    17 Marzo 2012 - 12:12

    Nelle aziende statali, il direttorissimo è solo un miserabile servo di questo o quel politico che poi è ancora più miserabile di lui. Ecco perchè le aziende statali non devono esistere, o lo stato deve essere in minoranza nella gestione amministrativa e manageriale delle aziende in cui ionveste.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media