Cerca

Premier fa bene al Pdl: +1,2% Crolla il Partito Democratico

Segno positivo per gli azzurri dopo 18 mesi di calo. Il Pd perde più di due punti in soltanto quattro mesi

Premier fa bene al Pdl: +1,2% Crolla il Partito Democratico

E' solo un +1,25, ma si tratta di un'inversione di tendenza. La prima dopo il lungo "scivolone" che negli ultimi diciotto mesi ha visto il Pdl passare dal 29,8% delle preferenze di settembre 2010 al 22,3 del gennaio 2012. Scivolone che diventa caduta rovinosa se si pensa che alle Europee 2009 il Pdl aveva raccolto il 35,3% e alle europee dell'anno precedente il 37,4. Ora, però, ai tanti segni meno si è sostituito un segno più che lascia ben sperare per le imminenti amministrative e che è il segnale di come il partito si stia muovendo con successo sia nel gestire il consenso al governo Monti, sia nell'affrontare le sue dinamiche interne, col passaggio di leadership da Berlusconi ad Alfano.

Scivola il Pd - Chi invece continua a scivolare è il Partito democratico, che da Settembre 2011 a oggi, secondo il sondaggio condotto da Demos & Pi e apparso oggi sul quotidiano la Repubblica, ha perso il 2,3%. Addirittura l'1,6 negli ultimi tre mesi (ma è da supporre che il calo peggiorerà dopo gli scandali che hanno coinvolto in questi giorni diversi esponenti del partito di Bersani).

Su il Carroccio - Sale anche la Lega, che da gennaio a marzo 2012 è passata dal 9,8 al 10,1%. Nel novembre 2011 era al 7,7%, punto più basso degli ultimi quattro anni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cribind

    20 Marzo 2012 - 11:11

    Silvio, il sostegno a Monti e complici me lo lego al dito!

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    20 Marzo 2012 - 10:10

    altri giornali, Ballarò, Vespa, La 7 danno ben altri dati; PDL al 19,xx e Lega al 9,xx, PD costante.

    Report

    Rispondi

  • magher

    20 Marzo 2012 - 10:10

    A dispetto degli attuali sondaggi, da quanto sento in giro per PDL e PD alle prossime elezioni sarà un bagno di sangue. Moltissimi elettori sono intenzionati a non votare (o ad annullare la propria scheda) per protesta, delusione e, talvolta, rabbia nei confronti non solo di PDL e PD, ma dell'intera classe politica. Devono solo sperare che all'orizzonte non si delinei la nascita di un nuovo partito, con facce nuove e un programma serio, in grado di convincere la gente a dargli il proprio voto: se ciò avvenisse, la disfatta sarebbe totale.

    Report

    Rispondi

  • vaipino

    20 Marzo 2012 - 09:09

    Me ne ricorderò quando andrò pagare l'IMU

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog