Cerca

Fini "Il premier non rispetta il Parlamento" Liberalizzazioni, Gianfry si ribella alla fiducia

Il governo chiede ancora il voto blindato. Lega e Idv: "Incostituzionale". Il futurista: "Governo insensibile all'aula"

Fini "Il premier non rispetta il Parlamento" Liberalizzazioni, Gianfry si ribella alla fiducia

Il governo ha posto la fiducia alla Camera sul decreto liberalizzazioni, che è in seconda lettura a Montecitorio e che deve essere convertito in legge entro il 24 marzo, pena la sua decadenza: è la dodicesima questione di fiducia che l'esecutivo Monti ha posto dal suo insediamento. L’annuncio è stato dato in Aula dal ministro per i Rapporti con il parlamento Piero Giarda. La fiducia è "sul testo delle commissioni identico a quello approvato in Senato", ha precisato Giarda. La decisione è stata criticata dal presidente della Camera, Gianfranco Fini, che ha espresso in aula il rammarico "per la insensibilità del governo che non ha fornito ulteriori elementi di valutazione che hanno una loro fondatezza" sul dl liberalizzazioni. A stretto giro è arrivata la replica di Giarda alle parole del presidente della Camera: "Prendo atto delle parole che lei ha voluto pronunciare".

Protestano Lega e Idv - La Camera ha così respinto la richiesta dell'Italia dei Valori, che aveva chiesto il rinvio in Commissione del provvediemtno dopo i rilievi della Ragioneria Generale dello Stato. Quando Giarda ha posto la questione di fiducia, in aula dai banchi della Lega e dell'Idv si sono levati fischi e proteste: i due partiti giudicano "incostituzionale" la nuova fiducia posta dal governo. Fini è stato costretto a sospendere la seduta e ha poi convocato la conferenza dei capigruppo per fissare il calendario dei lavori delle prossime ore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Tina Ferrari

    21 Marzo 2012 - 12:12

    Ma siamo davvero al paradosso!! Fini che dice a Monti, non rispetta il parlamento. Da che pulpito !! Lui dovrebbe mollare quella sedia da una vita, ma non si scolla. Ha davvero una faccia di bronzo, sto tipo qui.

    Report

    Rispondi

  • aifide

    21 Marzo 2012 - 00:12

    Anche Fini si è accorto che siamo alla dittatura e che il parlamento è solo uno zerbino per supermario! Tranquilli: il popolo si sta organizzando. Prima di Pasqua supermario si dovrà dimettere non è detto che questo basti come salvacondotto!

    Report

    Rispondi

  • icaro1628

    20 Marzo 2012 - 22:10

    un uomo che si sente un politico di razza!!!!!!!! ma che per essere di razza ha bisogno sempre che qualcuno prepari per lui il terreno..il carro e i buoi , ora che non ha più il carro di Berlusconi salta sul carro del terzo polo. Ho sempre pensato di lui "GIA' FATTO..GIA' PRONTO MA NON PER MERITO SUO....POVERETTO"

    Report

    Rispondi

  • dubhe2003

    20 Marzo 2012 - 22:10

    ... Gianfrego,il fedifrago recidivo,non ha più titolo per aprire il becco;deve vergognarsi per aver abusato della buona fede di chi lo ha votato. Si è tenuto la poltrona salda salda,sputando sulla marmitta dove ha continuato a trangugiare a bocca piena, e...quanto mangiare,facendola diventare un trogolo.Continui così all'ingrasso che il tempo sta per terminare...flih... flihhh.. flihhhh!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog