Cerca

Monti sui voti di fiducia straccia Berlusconi: guarda i numeri

Il Cavaliere veniva criticato per il ricorso al voto blindato. Peccato che il professore si serva dell'escamotage molto più del predecessore

Monti sui voti di fiducia straccia Berlusconi: guarda i numeri

Silvio Berlusconi, nel corso del suo quarto mandato come presidente del Consiglio, ha chiesto in tutto 53 voti di fiducia. Il Cavaliere è restato in carica dall'8 maggio 2008 al 16 novembre del 2001, per 3 anni, 6 mesi e 8 giorni. Per arrotondare si può affermare con buona approssimazione che Berlusconi abbia governato per tre anni e mezzo, ossia per 42 mesi. In termini matematici, Berlusconi ha chiesto 1,26 voti di fiducia per ogni mese del suo mandato. Queste cifre hanno sollevato un polverone, il consueto tiro al bersaglio contro l'ex premier e il Pdl, accusati di svuotare il ruolo del Parlamento, "sistematicamente scavalcato".

Monti, 3 voti al mese - Peccato però che le cifre inchiodino il governo tecnico di Mario Monti. Il professore, a capo del sessantunesimo esecutivo nella storia della Repubblica italiana, si è insediato il 16 novembre 2011: Monti è alla guida del Paese da 4 mesi e 4 giorni. Si arrotondi a 4 mesi. E in questi quattro mesi ha chiesto la bellezza di dodici voti di fiducia (l'ultimo oggi, martedì 20 marzo, sul dl liberalizzazioni, ha fatto arrabbiare oltre alla Lega e all'Idv anche il presidente di Montecitorio, Gianfranco Fini). In termini meramente matematici, si tratta di tre voti di fiducia al mese. Eppure nessuno (o quasi) dice nulla. Due pesi e due misure, insomma: quando c'è di mezzo Berlusconi il tiro al piattello scatta subito, come un riflesso incondizionato. Le cifre, però, fanno riflettere anche su uno dei cavalli di battaglia dello stesso Berlusconi: la riforma della costituzione in senso presidenziale. Se il governo è costretto a chiedere un sistematico voto di fiducia per legiferare, non è forse il caso di rivedere il ventaglio dei poteri del presidente del Consiglio?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    22 Marzo 2012 - 12:12

    è un optional per una certa categoria di maldestri. Come quando sostengono che Burlesque è stato votato dalla "maggioranza del popolo"

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    22 Marzo 2012 - 11:11

    anche quando è andato alla commemorazione del 25 aprile, mescolato coi partigiani e col fazzoletto al collo? anche quando saluta col pugno chiuso? guarda che le foto ci sono, sai? peccato non poterle allegare!

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    21 Marzo 2012 - 19:07

    Ti ho letto tardi,speriamo che ti arrivi il mio saluto.Ciao cara,buona serata.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    21 Marzo 2012 - 16:04

    Ma si può mai paragonare un cane ad un gatto ? berlusconi metteva la fiducia pur avendo inziato con un numeo di dis-onorevoli enorme, e comunque non ha fatto nulla !!! Monti deve lottare di fioretto con una moltitudine parlamentare che, oltre a dipendere dai partiti che vorrebbero ricattare Monti, è anche una massa di banditi sempre pronti all'assalto alla diligenza per diluire i provvedimenti per favorire le loro lobby. Ovvio quindi che Monti dica da un lato ai partiti : chi mi fà cadere se ne assume le responsabilità davanti agli elettori. Ed è certo che gli elettori ne farebbero polpette. Ma deve anche dire alla masnada che assalta la diligenza : state attenti che se non votate SI' andate a casa, e perdete il giocherello. Insomma, Monti ha un ruolo difficile, ma.... che soddisfazione dare calci in bocca alla vecchia marcia politica !!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog